Aiuto, è arrivato il caldo!


Quali sono le principali caratteristiche nutrizionali che deve avere l’alimentazione durante la stagione calda? La prima indicazione da tenere a mente è quella di “mangiare di meno e bere di più”. La dieta giornaliera deve fornire un po’ meno calorie del solito: il caldo, infatti, abbassa il metabolismo basale - ossia si bruciano meno calorie – e quindi occorre meno energia. Cresce, al contrario, il fabbisogno idrico col salire della temperatura esterna; ad esempio con un aumento dai 24 ai 31 gradi raddoppia la perdita d’acqua attraverso la pelle. Inoltre, il caldo unito all’inquinamento delle città e all’aumentata esposizione ai raggi solari incrementa la produzione di radicali liberi  (il cosiddetto stress ossidativo), le sostanze prodotte dall’organismo in grado di accelerare l’invecchiamento cellulare. Insomma, per l’organismo l’estate è anche uno stress. Per fortuna, la natura mette a disposizione la frutta e la verdura estive che, grazie alle numerose sostanze antiossidanti contenute, come le vitamine e i pigmenti colorati proteggono dalle conseguenze negative dovute al troppo caldo. E per finire con sapore, ecco un saporito contorno di carote, ortaggio antiossidante per eccellenza, prezioso per la sua azione protettiva dai raggi solari, grazie alla ricchezza di betacarotene.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome