Salute a tavola
5 ragioni per mangiare le albicocche (oltre al fatto che sono buonissime)

4.3 | 3 voto/i

Belle, gustose e salutari: in estate le proprietà nutrizionali delle albicocche risultano davvero preziose e vanno dalla protezione della pelle o degli occhi, alla regolazione della pressione fino all'equilibrio del microbiota. Eccone une breve panoramica

Ricche di virtù ma povere di calorie: ogni volta che mangiamo qualche albicocca ci facciamo del bene. Come vedremo, questi frutti contengono tanti antiossidanti diversi (caroteni e polifenoli), vitamine, minerali, preziose fibre e tanta acqua. Insomma, tutte sostanze molto utili per sostenere e proteggere l’organismo dall’azione del caldo e del sole. E poi come apporto energetico apportano 42 calorie ogni 100 grammi: la porzione consigliata dalle nostre linee guida è di 150 grammi (64 Cal). Ecco in sintesi le cinque proprietà salutistiche molto utili in questo periodo dell’anno (e in inverno quelle essiccate continueranno a regalarci salute).

 

Advertisement
  1. Fanno la pelle più bella

Lo sappiamo tutti: in estate per aiutare l’epidermide a difendersi meglio dai raggi del sole, e da eventuali scottature, dobbiamo mangiare spesso ortaggi e frutti giallo-arancio. Ciò grazie alla presenza dei pigmenti antiossidanti che diminuiscono, appunto, l’effetto ossidante e nocivo esercitato dai raggi solari. Ma non solo: nelle albicocche troviamo anche un mix vitaminico (A, C, E) ideale per la pelle. La vitamina C, per esempio, entra nella sintesi di collagene, che dona forza ed elasticità all’epidermide. Da ricordare che un’alimentazione ricca di vitamina C è risultata utile per aiutare la pelle a guarire più velocemente dai danni dei raggi UV e per prevenire addirittura le rughe (azione anti-radicali liberi).

  1. Proteggono la salute degli occhi

Le albicocche hanno la caratteristica di contenere più sostanze ritenute utili per la salute oculare. Forse la più nota è la vitamina A (da ricordare che il betacarotene contenuto nelle albicocche è il precursore vegetale della vitamina A), per la sua azione preventiva sulla cattiva visione notturna dovuta a una carenza di pigmenti negli occhi. Ma anche la vitamina E, grazie al fatto di essere una sostanza liposolubile, può esercitare il suo effetto antiossidante direttamente entrando negli occhi, difendendoli così dall’azione dei radicali liberi. Da segnalare anche altri antiossidanti appartenenti alla famiglia dei carotenoidi come la luteina e la zeaxantina, pigmenti presenti nella retina che proteggono gli occhi dall’invecchiamento e patologie correlate e anche da possibili danni. La luteina, ad esempio, aiuta la retina a filtrare meglio la luce che se risulta troppo intensa (come in estate) può risultare dannosa.

  1. Fibre buone per glicemia, colesterolo e microbiota

Una porzione da 150 g fornisce 2,3 g di fibre in totale: 1,07 g solubili e 1,25 g insolubili. Fornendo così le proprietà benefiche di entrambe le fibre. Le solubili, infatti, come la pectina, danno vita a una sorta di gel ha l’effetto di contenere i rialzi di glicemia e la sintesi di colesterolo. Mentre le insolubili, tipiche dei cereali integrali, oltre a consentire una migliore peristalsi, fermentano nell’intestino dando vita al nutrimento della flora batterica “buona” che così si mantiene in equilibrio. E ormai è noto che un microbiota sano è fondamentale non solo per un apparato digerente efficiente ma per la salute in generale. In più nella stagione calda i disturbi intestinali si fanno più frequenti e perciò è importante consumare regolarmente alimenti utili per la salute dell’apparato digestivo.

  1. Amiche della pressione

Che siano ricchissime di potassio lo si sa: la solita porzione da 150 g ne fornisce ben 480 mg.  Questo minerale svolge un’azione contraria a quella del sodio per mantenere i fluidi corporei in equilibrio: di conseguenza contrasta sia la ritenzione idrica nei tessuti sia i rialzi pressori dovuti, appunto, all’eccesso di sale. Inoltre il potassio è responsabile dell'invio di segnali nervosi e della regolazione delle contrazioni muscolari dell’organismo, cuore compreso.

  1. Idratanti e dissetanti

Le albicocche condividono la ricchezza d’acqua tipica della frutta estiva: più precisamente per l’86% sono fatte d’acqua.  Un elemento che diventa ancora più essenziale quando fa caldo: l’acqua è indispensabile per regolare la pressione e la temperatura corporea, scongiurando così i pericolosi colpi di calore e la disidratazione (e problemi collegati).

Inoltre, uno spuntino di albicocche – e magari un bicchiere d’acqua se fa molto caldo - può essere un modo semplice per reintegrare la perdita di liquidi, di zuccheri e di minerali (specie potassio) dopo l'esercizio fisico.

 

4.3 | 3 voto/i

5 ragioni per mangiare le albicocche (oltre al fatto che sono buonissime) - Ultima modifica: 2021-06-24T22:26:49+02:00 da Barbara Asprea
5 ragioni per mangiare le albicocche (oltre al fatto che sono buonissime) - Ultima modifica: 2021-06-24T22:26:49+02:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome