Alimenti conservati
Ortaggi surgelati: caratteristiche e idee veloci per l’utilizzo

busta con ortaggi surgelati a cubetti

Sono consigliabili gli ortaggi surgelati? Ecco alcune notizie utili e, in più, brevi ricette per piatti superveloci

Un intero orto si nasconde negli ortaggi surgelati, con tante sfumature di sapori. Ci sono carote e piselli, fagiolini o taccole e zucchine, melanzane e peperoni, associati o meno a verdure aromatiche come porri e cipolle. Gli indovinati mix di cavoli, anche colorati - cavolfiori con broccoli ma anche con cavolini e broccoli romaneschi, con o senza carote - invogliano a consumare verdure non sempre amate. Spinaci e bietole a cubetti sposano volentieri la cicoria, di cui attenuano l’amaro (e che a sua volta ravviva il gusto un po’ blando della bietola). In altri mix la bietola si declina nei suoi tre colori (verde, giallo e rosso) e gli spinaci vengono insaporiti da pomodorini secchi. Altrove danno vita a un mix originale e stuzzicante insieme a verza e scarola.Nel settore dei grigliati predominano melanzane, zucchine, patate, peperoni rossi e gialli, tagliati a fette, a pezzi o stick.

Buona notizia: i folati, vitamine di cui sono ricche le verdure a foglia verde, si mantengono piuttosto bene anche nel surgelato, grazie alla rapidità di lavorazione. Idem per altre sostanze nutrienti degli ortaggi, anche se la vitamina C in certi casi si riduce.

Stagionalità anche nel surgelato

I vegetali destinati ad essere surgelati vengono raccolti nel pieno della loro stagione, quando sono più gustosi e nutrienti. Vale comunque la pena di cercare di rispettare la stagionalità anche nel consumo: come ci insegna la natura, in inverno abbiamo bisogno di cavoli più che di zucchine! Certi mix hanno ortaggi provenienti da stagioni diverse, come broccoli e peperoni; altri sono più omogenei: come il caso della confezione che si ispira alla vignarola, classico piatto primaverile del Lazio, a base di piselli, taccole e carciofi.

Conditi o al naturale? Entrambe le tipologie sono da cuocere, ma la prima è “chiavi in mano”, spesso completa di aromi e spezie. Se gli ortaggi sono fritti o grigliati possono contenere oli raffinati. Controllate quindi l’etichetta, anche per verificare se il sale è l’ultimo dell’elenco.
Gli ortaggi surgelati vanno cotti direttamente, senza scongelarli, in forno, a vapore o in padella. Potete cucinarli, se avete pochissimo tempo e pochi altri ingredienti, con un soffritto leggero aromatizzato a piacere con timo, salvia, curcuma, paprica...

Ecco qualche ricetta velocissima per personalizzare i vostri ortaggi surgelati (per una confezione da 400 g)

Cavolfiori e broccoli con acciughe

Fate insaporire 1 spicchio d’aglio in una padella con olio extravergine e brodo vegetale. Unite 50 g di alici sott’olio sgocciolate e cuocetele rimestando finché non sono disfatte. Versatele sui cavoli cotti al vapore, condite con origano.

Tris di bietole alle noci

Tritate nel mixer, finché non sono omogenei, 150 g di noci sgusciate, 1 spicchio d’aglio, la mollica di un panino bagnata in acqua, olio extravergine, sale e pepe. Mescolateli alle bietole cotte in una casseruola.

Crostoni di verdure campagnole alle uova

Tostate 4 fette di pane e sfregatele con aglio. Distribuiteci sopra le verdure cotte e 4 uova in camicia. Condite con olio extravergine e noce moscata.

Tofu “russo”

Tagliate a dadini un panetto
di tofu e saltatelo nel wok con salsa di soia e curry finché non è colorito. A parte, cuocete le verdure per l’insalata russa in un soffritto di scalogno e rosmarino. Alla fine unite il tofu e fate insaporire brevemente.

Spinaci, verza e scarola con olive e pinoli

Cuocete il misto con aglio e paprica; verso fine cottura unite 50 g di olive nere tritate e 2 cucchiai di pinoli spezzettati.

  • Se volete congelare in casa, la dietista Carla Barzanò vi spiega come in quest'articolo.
  • I surgelati si rivelano un aiuto nella lotta allo spreco alimentare. Per saperne di più potete leggere questo articolo dell'Istituto italiano alimenti surgelati.
Ortaggi surgelati: caratteristiche e idee veloci per l’utilizzo - Ultima modifica: 2020-02-19T09:00:55+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome