Fiocchi di gusto… e la salute?


I fiocchi di cereali occupano uno spazio sempre più importante nella prima colazione e hanno guadagnato la fama di cibi salutari. In realtà molti prodotti sul mercato sono troppo ricchi di sale, zuccheri e grassi. Informazioni e consigli per scegliere bene

Quali sono i principali fiocchi di cereali presenti sul mercato?

La ricetta di base promuove ingredienti essenziali. I cereali sono di solito cotti a pressione, poi essiccati, quindi passati nella fioccatrice, un rullo che li rende sottili, infine infornati per conferire la giusta croccantezza e la massima digeribilità. Un esempio classico sono i corn flakes, inventati dai fratelli americani Kellogg e preparati, inizialmente, solo con fiocchi di mais leggermente salati. Altro esempio è il müsli, proposto dal medico svizzero Bircher Benner e composto da una base di fiocchi d’avena mescolata a semi oleosi (nocciole, mandorle) e frutta secca (mele, uvette). Accanto a questi prodotti base, il mercato offre un’ampia gamma di fiocchi di cereali arricchiti. Miele, zucchero, cacao, grassi vegetali e altri ingredienti rendono questi prodotti più accattivanti dal punto di vista gustativo, soprattutto per i bambini, ma eccessivamente ricchi di calorie, grassi e zuccheri semplici. Spesso sono aggiunte anche vitamine e fibre.

È utile l’aggiunta di vitamine o fibre?

La quantità di vitamine aggiunta si basa sulla valutazione dei fabbisogni medi e non necessariamente adeguati alle esigenze individuali. Inoltre, scegliere prodotti arricchiti di vitamine può creare l’illusione di raggiungere un buon equilibrio nutrizionale anche rinunciando ad alcuni alimenti, come ad esempio frutta e verdura, che sono invece indispensabili per stare bene. Per quanto riguarda le fibre, i cereali integrali del müsli non richiedono integrazioni artificiali in quanto ne sono già ricchi. Ottimi anche i fiocchi di un’unica varietà, tipo riso, mais, miglio, ricavati dai cereali integrali. Da escludere, invece, i prodotti ottenuti da cereali raffinati addizionati di fibre (crusca) e/o aggregati, cioè soffiati e “incollati” in pezzi più grossi spesso con l’aiuto di sciroppo di glucosio.

Quali sono vantaggi dei prodotti biologici?

Anche se il Regolamento sul biologico non lo vieta, i cereali per la colazione bio non sono in genere addizionati di vitamine e fibre, anche perché si usano perlopiù fiocchi integrali, quindi già ricchi di queste componenti; inoltre, la frutta secca contenuta non è stata trattata con anidride solforosa. Spesso non sono aggiunti zuccheri e, dove presenti, si tratta di miele, sciroppo di mais o altri dolcificanti più salutari del semplice sciroppo di glucosio. Inoltre, ovviamente, non contengono residui di pesticidi.

Che prodotti scegliere per i bambini?

È preferibile usare con moderazione i vari fiocchi arricchiti e alternarli comunque con fiocchi o cereali soffiati nella versione naturale, per prevenire un eccessivo apporto calorico e l’assuefazione a un gusto dolce troppo intenso. Se gradito, meglio aggiungere a tavola poco miele e/o una spolveratina di cacao.

Come consumarli?

È importante abbinarli sempre ad adeguate quantità di liquidi, perché le fibre contenute possano svolgere la loro funzione regolatrice dell’assorbimento e della digestione. Per ammorbidirli e renderli più digeribili, i fiocchi integrali si lasciano a bagno per una notte con qualche cucchiaio di acqua che viene completamente assorbita. Al mattino, si aggiunge succo di frutta naturale senza zuccheri, oppure, oltre ai classici latte e yogurt, latte di soia, di mandorle o di cereali. Una cottura di due-tre minuti con qualche cucchiaio di acqua, migliora ulteriormente la loro digeribilità. L’integrazione con 150 g di frutta fresca, piccole quantità di frutta secca e semi oleosi (pinoli, noci, nocciole), ne aumenta ancora il valore nutritivo e saziante.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome