Una variante della pasta al forno, resa particolare dal formato e dall’aroma del limone

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Media
10 minuti di preparazione
15 minuti di cottura
240 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Istruzioni

  1. Mescolate energicamente in una ciotola lo yogurt con la panna, tre quarti del parmigiano, la metà del burro, la scorza grattugiata di un limone e mezzo (o meno, secondo i gusti), un’abbondante grattugiata di noce moscata, un pizzico di paprica, uno di sale e uno di pepe.
  2. Lessate i capelli d’angelo in abbondante acqua salata lasciandoli leggermente al dente. Scolateli e conditeli immediatamente con tre quarti della salsa allo yogurt. Fate amalgamare bene il condimento alla pasta diluendo con 3-4 cucchiai (attenti a non esagerare) dell’acqua di cottura della pasta.
  3. Ungete col resto del burro 8 stampi da muffin o da budino.
  4. Arrotolate, aiutandovi con un forchettone, un’abbondante forchettata di capellini nel mestolo formando un piccolo turbante e adagiatelo nello stampo, che dovrà essere completamente riempito. Proseguite con gli altri, poi diluite la salsa rimasta nella ciotola con 2 cucchiaiate dell’acqua di cottura e distribuitela sulla pasta. Spolverate la superficie col parmigiano e infornate a 190 °C per 10 minuti o finché i piccoli timballi non saranno ben dorati.
  5. Tritate una decina di foglie di prezzemolo insieme alla scorza del mezzo limone. Sfornate, cospargete i mini gratin col trito aromatico e servite.

Note

La presenza di yogurt e limone non agevola l’abbinamento al vino che deve
perseguire un’ideale di morbidezza: in questo potrà aiutare uno Chardonnay
di Sicilia. Servitelo ben fresco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome