Il “sapore” delle posate


Che il colore e l’aspetto delle stoviglie o dei bicchieri nei quali sistemiamo i cibi potesse influenzare il nostro comportamento a tavola, già da tempo è noto (a questo proposito potete leggere questo mio post su una ricerca dedicata al ruolo del colore). Tuttavia, questo è il primo studio di cui ho notizia che investiga sul “potere delle posate”. Ricercatori inglesi dell’Università di Oxford hanno pubblicato su Flavour (qui potete leggere l’intero articolo) il resoconto di 3 diversi esperimenti nei quali hanno somministrato gli stessi cibi ma con posate diverse sia di forma, di peso che di colore. E i risultati gli hanno dato ragione: la nostra percezione viene modificata anche dal tipo di posata che adoperiamo. Ad esempio, lo yogurt degustato in un cucchiaino di plastica molto leggero sembra più cremoso e costoso, oppure sembra più salato se il cucchiaino è blu (i ricercatori fanno l’ipotesi che sia dovuto al fatto che molti alimenti confezionati salati hanno confezioni dove il bianco e il blu sono associati). Come pure appaiono più salati e saporiti i tocchetti dello stesso formaggio se assaggiati direttamente dal coltello e non da stuzzicadenti, cucchiai o forchette. Chissà, forse usare le posate “giuste” potrebbe diventare un modo molto pratico e semplice per ridurre il sale in cucina…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome