Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Media
20 minuti di preparazione
20 minuti di cottura
Impatto glicemicoalto
500 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Uno speciale pan di Spagna arricchito con le mandorle, reso aromatico dai fichi ammorbiditi nel vin santo e addolcito da una morbida glassa.

Istruzioni

  1. Mettete a bagno il giorno precedente la metà dei fichi secchi nel vin santo.
  2. Montate le uova insieme al tuorlo e allo zucchero semolato aiutandovi con le fruste elettriche fino a aumentare di 4 volte il volume iniziale. Una volta ottenuta una spuma molto densa versate lentamente il latte continuando a montare a velocità bassa.
  3. Macinate o frullate finemente le mandorle e mescolatele con la farina e col lievito, setacciate questi ingredienti e aggiungeteli un po’ per volta al composto di uova mescolando con delicatezza. Alla fine incorporate a filo l’olio facendo molta attenzione a non smontare le uova.
  4. Sistemate l’impasto in una tortiera da 24 cm imburrata e infarinata, distribuite i fichi secchi ammollati, precedentemente scolati e sminuzzati, e infornate a 200 °C per 20 minuti circa. Poi trasferite la torta ancora calda in un vassoio.
  5. Mescolate lo zucchero a velo insieme al brandy e a 40 ml d’acqua e ottenete una glassa densa da spalmare con una spatola sulla torta calda. Decorare con i restanti fichi secchi a pezzetti, lasciate raffreddare bene e servite.

Note

La vena dolce apportata dai fichi e dalla mandorla si potrà ritrovare in uno dei grandi passiti d’Italia: la Malvasia delle Lipari, profumatissima, tipica, mai troppo dolce. Perfetta con torte e semplici dessert.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome