Ricca com'è di sostanze nutrienti, capace di trasformarsi in farina e crema, la frutta secca a guscio si combina perfettamente con tanti altri ingredienti ed è alla base di questa ricetta crudista

Voti: 0
Valutazione: 0
Tu:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Crea un menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Difficile
35 minuti
Impatto glicemico
310 chilocalorie

Ingredienti

Per persone
Per la "ricotta" di mandorle
Per i funghi marinati
Per decorare

Istruzioni

  1. Mettete in ammollo per almeno 8 ore, o il giorno prima, le mandorle indicate per la ricotta in abbondante acqua fredda.
  2. Preparate la base di frutta secca. Riunite nel mixer i pistacchi, le mandorle e un pizzico di sale, quindi azionate l’apparecchio con il tasto “pulse”, fino a ottenere una granella. Aggiungete la farina di semi di lino, 45 ml di acqua e azionate nuovamente il mixer per qualche secondo. Distribuite l’impasto in 6 stampi da muffin o per tortine da circa 7 cm di diametro. Modellate l’impasto in modo da ottenere una base sottile e con il bordo alto 1-1,5 cm, pressando bene. Non preoccupatevi eccessivamente se il bordo non è regolare, l’importante è che non ci siano buchi.
  3. Riponete gli stampi nell’essiccatore a 42 °C. Sformate delicatamente le tartine dopo 4 ore e capovolgetele, quindi continuate l’essiccazione senza stampo per altre 6 ore, o finché non siano completamente asciutte. Se non avete l’essiccatore potete utilizzare il forno ventilato, al minimo della temperatura, con la porta del forno leggermente socchiusa per circa 10 ore, sformando le tartine a metà essiccazione; oppure posate in un piatto le tartine e poi tenetele sul calorifero sempre per almeno 10 ore, eliminando lo stampo e girandole a metà essiccazione.
  4. Eliminate un po’ del gambo dei funghi e tagliateli per il lungo a fettine di 2-3 mm di spessore. Preparate la marinata mescolando l’olio con la salsa tamari, una presa di pepe e di peperoncino. Unite i funghi, mescolate accuratamente e lasciateli marinare.
  5. Risciacquate e scolate le mandorle ammollate, quindi sbucciatele e frullatele con un frullatore a immersione con 70 ml di acqua, 15 ml di succo del limone, il lievito e un pizzico generoso di sale; se l’impasto è troppo asciutto unite poca acqua.
  6. Tagliate la zucca a fettine molto sottili con l’aiuto di una mandolina, poi con un coltellino incidete le fette per il lungo, ottenendo tante striscioline fini.
  7. Distribuite la ricotta di mandorle sul fondo delle tartine, quindi ricopritele abbondantemente con i funghi ben scolati, infilandoli nella ricotta in modo irregolare e facendo sì che si crei un po’ di altezza, infine completate con le striscioline di zucca.
Voti: 0
Valutazione: 0
Tu:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Crea un menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Tartine ai pistacchi con ricotta di mandorle e funghi marinati - Ultima modifica: 2019-10-06T15:40:28+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome