Tanti gusti e tante farine
La nuova pizza al trancio di Milano si chiama Filante

3.3 | 8 voto/i

Già il nome lo dice: “Filante” evoca la più invitante immagine di pizza calda appena sfornata. Ed il concept è inedito: 15 gusti di “pizza alta” con impasti ad alta idratazione e mix di farine ricche di fibre in un ambiente piacevole e conviviale. Un trancio tutto naturale, da non perdere!

Volete essere tra i primi a provare l’ultimissima pizza al trancio nata in città? Da giovedì 10 settembre 2020 è possibile vivere l’esperienza “Teniamo alto il gusto” da Filante, idea nata da due manager e imprenditori milanesi con la passione per la pizza al trancio, tipologia tradizionalmente meneghina: un impasto alto e soffice, dal taglio triangolare, con base croccante e superficie ricca di mozzarella. L’abbiamo provata in anteprima per voi: le parole chiave a caldo? Squisita e leggera!

Il concept: un trancio “evoluto”

Evolvere l’esperienza della pizza al trancio grazie ad uno studio accurato di ingredienti e ad una location dall’atmosfera calda e accogliente, il cui colore predominante è il blu petrolio, molto lontano dagli standard del segmento a cui siamo abituati. Federico Delunas ci ha raccontato il lungo percorso che ha portato a questa nuova apertura, in un periodo storico che dà ancora più valore alla nascita di iniziative che mettono il sorriso… e l’acquolina in bocca. «Abbiamo studiato nei minimi dettagli ogni singolo ingrediente, testandolo più volte prima della scelta definitiva.  L’obiettivo è presentare il nuovo concept di una pizza al trancio evoluta, da gustare in un ambiente piacevole, sentendosi un po' come a casa propria. Prevediamo in futuro multi-aperture per replicare la stessa esperienza di pizza al trancio che, così impostata, ancora non c’era!».

L’impasto

Si sa, notoriamente la pizza è tra i piatti preferiti degli italiani, ma anche tra i meno digeribili. Gli elementi che giocano un ruolo fondamentale in questo senso sono il tipo di farina e la lievitazione. Non a caso, la scelta di Filante è ricaduta sulla farina tipo 1, quindi ricca di fibre, fornita dal Mulino Grassi di Parma. Si tratta di una farina ad alta idratazione (con elevato contenuto di acqua), lievitata in modo accurato: un prima fase di riposo a temperatura ambiente, seguita da una leggera lievitazione per 24 ore a 4 °C, che culmina con una fase finale a 28 °C, dove l’impasto si gonfia ulteriormente. Il risultato? Una pasta buona e digeribile: già solo guardando l’alveolatura della base che si ottiene dopo la cottura, è evidente la sua leggerezza!

Gli ingredienti

Neanche a dirlo, una buona pizza non può prescindere da ingredienti di prima qualità. Filante ha scelto di affidarsi a piccoli produttori locali; la mozzarella è semi-artigianale a pasta filata di un caseificio piacentino di Varzi, il pomodoro è San Marzano DOP, pelato in salsa e frullato manualmente, l’olio è Extra Vergine di Oliva Monocoltivar Cortina e tutti i salumi sono di alta qualità e affettati al momento, sotto gli occhi del pubblico.

La pizza della casa “Filante” – neanche a dirlo – è un trancio doppia mozzarella. Nel menu, oltre ai gusti più tradizionali, compaiono anche abbinamenti più “originali” come per il trancio Sotto il sole con zucchine, origano, pomodorino datterino, olive peranzana e mandorle tostate, Quello verde con mozzarella, pesto di basilico DOP, olive peranzana e squacquerone oppure Il Re e la Regina, con mozzarella, coppa piacentina, pomodorino secco e stracciatella di Andria.

E se a fine pasto si vuole concludere con dolcezza? Filante propone prelibatezze del vicino laboratorio di dolci come la cheesecake al pistacchio ed il tiramisù.

Per informazioni

Filante
Piazzale Susa 1, Milano
Orari: 12-15 e 19-23.

 

 

 

 

 

 

3.3 | 8 voto/i

La nuova pizza al trancio di Milano si chiama Filante - Ultima modifica: 2020-09-10T08:56:24+02:00 da Sabina Tavolieri
La nuova pizza al trancio di Milano si chiama Filante - Ultima modifica: 2020-09-10T08:56:24+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome