5 | 2 voto/i

Vediamo insieme con quali strumenti possiamo ridurre in piccole parti e sminuzzare spezie, erbe, bucce di frutti, semi oleosi e frutta secca in guscio ricorrendo anche a espedienti di emergenza se non abbiamo a disposizione altro!!!

Nel precedente post ho sottolineato l’importanza di sminuzzare, grattugiare, macinare, in definitiva ridurre in fine polvere o granelli le spezie e gli insaporitori in generale solo poco prima dell'uso per sfruttare pienamente tutti i profumi e aromi contenuti.

Forse perché il termine sminuzzare ha colpito la fantasia di molti che mi è stato chiesto da diversi lettori “si ma come”?

Cioè esattamente con quali strumenti arrivare a ottenere parti piccole e profumate di spezie e company senza complicarsi troppo la vita soprattutto se nel momento dell’uso non abbiamo la possibilità di utilizzare qualcosa di pratico e adatto allo scopo.

E allora vediamo di esaminare meglio le diverse possibilità che abbiamo in cucina per sminuzzare e polverizzare i nostri aromi preferiti iniziando ad analizzare gli strumenti principe in questo senso le grattugie.

Ne avevo già parlato in un post di praticamente sei anni fa che potete rileggere qui, riporto uno stralcio che ritengo possa essere subito utile e pratico.

Esistono diversi tipi di grattugia e obbligo sarebbe averne con se almeno 3-4 versioni, i modelli sono infatti diversi e rispondono in parte a esigenze e risultati differenti, sicuramente una molto piccola per le spezie, una lunga e piatta per le bucce di agrumi, una più grande per formaggio e pane duro.

In alternativa si può ricorrere a una grattugia a più facce, 4 o addirittura 6 per passare da grattate grandi, medie e piccoli, riduzione in striscioline, tagli a fettine e così via.

Quando la necessità è invece ridurre in polvere alcune spezie e ancora di più i semi oleosi come quelli di lino si può ricorrere a un classico macinapepe o macina spezie, un attrezzo polivalente nato per il pepe ma rivelatosi utile a molti altri scopi.

Non dobbiamo poi dimenticare che uno strumento basilare che spero tutti abbiano in cucina può consentire di svolgere ottimamente questo compito, mi riferisco al magico mortaio che nel suo essere primordiale soluzione di riduzione in polvere di qualsiasi oggetto duro è diventato intimamente legato alle operazioni di cucina quando di strumenti potenti elettrici come mixer e frullatori non vi era la minima traccia!

Ancora adesso un mortaio rimane imbattibile per alcuni operazioni perché nessuno strumento elettrico, analogamente a quanto avviene per un buon coltello da cucina, ha la sua efficacia finale.

E se non abbiamo nulla di tutto questo?

Be a me sembra strano perché trovo siano strumenti fondamentali in cucina, in ogni caso abbiamo almeno altre due opzioni valide.

La prima è un semplice batticarne che un po’ come il mortaio può svolgere più funzioni e non solo quelle di ridurre la carne sottile e meno spessa, mettiamo le nostre spezie, i semi oleosi o anche la frutta secca in guscio su un tagliere o all’interno di un piccolo panno e pestiamo fino a ridurre in polvere.

Alla buona rimane comunque sempre anche un buon coltello da cucina, più rozzo sicuramente, ma se non avete altro meglio che rinunciare al tutto, anche qui si mette su un tagliare l’alimento da sminuzzare e via di gomito!!!

5 | 2 voto/i

Sminuzzare, si ma come? - Ultima modifica: 2021-02-15T11:00:52+01:00 da Giuseppe Capano
Sminuzzare, si ma come? - Ultima modifica: 2021-02-15T11:00:52+01:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome