Lattuga, le sue sorelle e un suggerimento per una veloce insalata

4.8 | 4 voto/i

La lattuga e le sue tante sorelle di ventura, verdure a foglia verde con cui preparare squisite insalate come quella buonissima suggerita in questo breve articolo

La lattuga rimane l'insalata di riferimento per tutte le preparazioni di questo tipo ed esiste sul mercato in diverse tipologie che è sempre opportuno elencare singolarmente perché solo in apparenza sono uguali le une alle altre.

Per non creare troppa confusione comunque mi limito per ora a segnalare le principali: la Trocadero, la Meraviglia di inverno e estate, la Regina di maggio, quella brasiliana meglio nota come Iceberg, la Batavia, la Canasta, la notissima Romana a cespo lungo con diverse varianti locali, la Gentilina, la Lollo.

Fermiamoci appunto qui anche perché lo scopo è mettere in evidenza come questo ortaggio non sia una sola cosa e come in una preparazione può cambiare anche molto scegliendo una tipologia piuttosto che un'altra.

Tutte hanno in comune però un interessante quadro nutrizionale che ne fa capire bene l'importanza all'interno della dieta quotidiana.

Per prima cosa sono un eccellente alimento reidratante contenendo ben il 95% di sostanza in acqua, consumare una buona insalata è quindi un modo perfetto per portare liquidi sani all'organismo.

C'è poi un abbondanza di betacarotene, pectine, vitamine A, B, C, E, minerali importanti come calcio, magnesio, potassio, ferro, tante e preziose fibre che sono un vero toccasana per l'intestino, tra le altre virtù ha anche spiccate proprietà sedative.

Il suo consumo è spesso gradevole quando sono presenti insieme tante altre verdure crude, ma anche come sola verdura fresca principale la lattuga può far fare un figurone a chi si cimenta in cucina ed essere estremamente gradevole e stuzzicante.

Basta ad esempio presentarla spezzettata con le mani, molto meglio del coltello che tende ad ossidare, insieme a una frutta secca a guscio a piacere tra noci, mandorle, pinoli, nocciole magari leggermente tostata e tritata grossolanamente.

Unire poi dell'olio buono di oliva mescolato a un'erba aromatica fresca tra maggiorana, basilico, menta o timo e poco succo di limone creando una profumata emulsione da condimento.

Per contrasto aromatico poche scaglie di pecorino romano o parmigiano che consentono anche di fare a meno del sale e gustare pienamente il sapore di questo ottimo ortaggio.

Ma lo stesso effetto possiamo ottenerlo con dei capperi ben lavati e delle buone olive così anche chi non preferisce usare prodotti di origine animale potrà gustarsi la sua insalata con molta soddisfazione!!!

Lattuga, le sue sorelle e un suggerimento per una veloce insalata - Ultima modifica: 2019-03-16T23:42:50+00:00 da Giuseppe Capano

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome