4.8 | 4 voto/i

La tecnica della gratinatura può essere intesa e interpretata in vario modo, interessante e utile è sicuramente adottare questa metodologia per simulare consistenze che ricordano in qualche modo la più invasiva frittura, vediamo come e quali regole seguire!

Gratinatura salva dieta, così potremmo anche definire questo modo di preparare in maniera croccante i cibi indipendentemente dalla loro natura e struttura visto che si adatta a un numero elevato di alimenti.

Se ad esempio siamo nostalgici delle preparazioni fritte che giustamente dobbiamo limitare e in alcuni casi eliminare completamente non tutto è perduto.

Nel senso che non voglio invitarvi a friggere a più non posso ovviamente, ma capire piuttosto come ricordare quelle consistenze in maniera alternativa proprio grazie alla gratinatura.

Vero non sarà come un vero fritto in termini di consistenza e struttura finale e del resto non si ambisce a tanto, ma possiamo accontentarci tutto sommato se dobbiamo tenere conto anche degli aspetti di salute!

Finocchi in gratin di pistacchio 518La tecnica per me è molto conosciuta, la uso con molta frequenza perché è una metodologia molto valida per valorizzare ad esempio le verdura e farle accettare a chi generalmente le rifiuta, come i bimbi.

Invece dell'olio bollente abbondante lo strumento di cottura è il classico forno, le verdure vengono prima tagliate in dimensioni a propria scelta con la prerogativa importante di mantenere uno spessore sottile.

In seguito vengono condite con un poco di sano e buono olio d'oliva, poco o niente sale, delle erbe aromatiche così come delle spezie a scelta tritate o macinate finemente.

Se le lasciamo marinare per qualche tempo, anche solo una ventina di minuti, il loro sapore si amplifica grazie proprio a questo condimento.

Una volta pronte vengono impanate, qui per aumentare l'effetto croccante che in qualche modo ricorda la frittura bisogna scegliere più che il pangrattato classico, che vi ricordo è meglio se è integrale, una farina grezza grossolana e secca come quella di mais, la classica per fare la polenta per intenderci.

Sardine gratinate all'arancia, timo e semi di sesamo 318La possiamo usare da sola, mescolata a pangrattato o se vogliamo un gusto più spinto e intrigante con del formaggio grattugiato, senza esagerare con le dosi.

In questo mix impaniamo la nostra verdura (come anche pesce e altri cibi), la stendiamo in una teglia coperta da carta da forno e poco prima di servire il nostro piatto mettiamo la teglia nel forno già caldo a 190-200 gradi.

Dopo circa 10 minuti la gratinatura sarà perfetta e potremo servire subito la nostra verdura croccante come avviene nella classica frittura!

Provate a sbizzarrirvi voi, le varianti sono molteplici, si guadagna in salute e si sorprendono i propri ospiti a tavola con molta semplicità.

4.8 | 4 voto/i

La gratinatura come alternativa sana alla frittura - Ultima modifica: 2020-01-22T15:32:00+01:00 da Giuseppe Capano
La gratinatura come alternativa sana alla frittura - Ultima modifica: 2020-01-22T15:32:00+01:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome