5 | 1 voto/i

Quale è il rapporto tra il consumo di determinati alimenti e la felicità provata? Lo andiamo a scoprire almeno in parte in questo intervento prendendo spunto da un interessante ricerca in merito!

Alimenti e felicità, quali sono gli alimenti che rendono più contenti e gioiosi dopo averli consumati donandoci quelle tipiche sensazioni di benessere e rilassamento che un emozione come la felicità ci porta?

Naturalmente ognuno ha una sua risposta che dipende dai gusti, dalle preferenze, da come vede e interpreta il cibo in cucina, un aspetto questo che personalmente ritengo più importante di tutti nel momento in cui affrontiamo questo curioso tema sull’intreccio tra alimenti e felicità.

Ma se vogliamo attenerci a dati più oggettivi, pur su un numero necessariamente solo rappresentativo per quanto ampio, possiamo andare a guardare i risultati di una interessante ricerca sulle abitudini alimentari degli italiani.

Si è trattato di un campione di 7000 intervistati tra i 18 e i 65 anni a cui sono state poste una serie di domande sul loro stile di vita, compreso quindi anche il comportamento e le scelte alimentari, e sul grado di contentezza della loro condizione personale.

Il raffronto sulla soddisfazione quotidiana e la prevalenza di consumo di determinati cibi ha consentito di stilare una speciale classifica sul rapporto diretto alimenti e felicità.

Forse un po’ incredibilmente il cibo risultato al primo posto, parlo di sorpresa più che altro per le reazioni che osservo quando parlo di questo eccellente alimento, sono stati i legumi che nel loro complesso hanno raggiunto un livello del 42%.

Al secondo posto troviamo invece il pesce, mentre al terzo le carni rosse, una posizione di facile comprensione forse se si pensa all'immagine forte che ancora riveste la carne per molte persone, ma che lascia interdetti visti i ripetuti richiami rispetto all’influenza negativa sulla salute con ripercussione fisiche importanti.

Ci si starà chiedendo a questo punto essendo noi Italiani nell’essenza: ma la pasta come si è classificata visto che per molti è una sorta di zona comfort alimentare irrinunciabile?

Stranamente nelle posizioni ultime e questo credo abbia sorpreso anche i ricercatori, probabilmente un segno dei tempi che stanno cambiando, a ognuno giudicare se in positivo o negativo!

Ma al di la della classifica che colpisce dal punto di vista dei numeri, senza però lasciare intravedere molto altro sul reale rapporto alimenti e felicità conviene riportare il raffronto tra dieta alimentare e conseguente indice di felicità.

In questa ottica risulta in assoluto più felice chi giornalmente consuma ampie porzioni di frutta e verdura con una integrazione via via più sporadica di pesce, carne, pasta e altri cereali.

La felicità però è anche in relazione a come si vive il cibo, un po’ quello che dicevo in precedenza, e qui è risultato molto chiaro che i livelli migliori li raggiunge chi prepara tra i fornelli il proprio cibo e con esso vive un rapporto intenso impossibile da provare per chi si vede arrivare un piatto pronto per quanto buono e succulento!!!

5 | 1 voto/i

Alimenti e felicità, quale cibo può farci stare bene - Ultima modifica: 2020-02-18T23:04:23+01:00 da Giuseppe Capano
Alimenti e felicità, quale cibo può farci stare bene - Ultima modifica: 2020-02-18T23:04:23+01:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome