5 | 3 voto/i

Brevi consigli per realizzare una buona frittata anche nel periodo estivo grazie alla grande praticità di questa secolare preparazione intimamente legata ed esclusiva della cucina Regionale Italiana, estremamente adattabile a ogni cibo pur se in questo periodo estivo vi consiglio caldamente abbinamenti preferenziali con verdure stagionali e buone erbe aromatiche fresche nelle cinque combinazioni che indico gustosamente nell’articolo!!

Una preparazione in apparenza banale ma che ha alcune regole importanti da rispettare, parliamo della comune frittata una delle tante idee geniali della cucina Italiana che è declinabile in mille modalità diverse e in ogni stagione dell’anno grazie alla sua praticità e facilità di abbinamento.

Iniziamo con la preparazione di base della frittata, naturalmente assicuratevi di utilizzare uova il più fresche possibili e ancora meglio se biologiche.

Advertisement

Apritele direttamente in una ciotola possibilmente in vetro e sbattetele con una frusta o delle forchette senza esagerare, non si tratta di preparare un dolce è sufficiente rendere uniforme tuorlo e albume con un colore univoco, non rompendo del tutto i legami, infatti, la frittata rimarrà più morbida e gradevole.

Per la cottura le padelle moderne antiaderenti sono ormai una grande comodità, assicuratevi però che abbiano lo stesso un fondo spesso e pesante e che non siano rigate o rovinate in tal caso meglio cambiarle!

Una volta scaldata la padella, senza mai esagerare mi raccomando, si aggiunge poco olio o burro per i tradizionalisti (il fatto che sia antiaderente ne richiede un piccolissimo quantitativo) lasciando scaldare molto brevemente il grasso.

Dopo è la volta delle uova sbattute stendendole uniformemente in modo da mantenere uno spessore uguale, il calore in cottura non deve essere eccessivo, meglio aspettare qualche minuto in più senza rischiare di bruciare troppo il fondo.

Scuotete ogni tanto la padella e se particolarmente grande spostatela e ruotatela in modo che il calore raggiunga con la stessa intensità ogni parte della frittata.

Quando si arriva al momento di fare il cambio di lato se non ve la sentite di farla saltare con un colpo ben assestato fate scivolare o capovolgete direttamente la frittata con attenzione su un coperchio della stessa grandezza della padella e rimettetela a cuocere dall’altro lato fino a conclusione finale.

I tempi dipendono dallo spessore che state preparando, potete realizzare sia sottili frittate molto adatte a essere poi farcite e magari arrotolate, sia frittate più spesse e consistenti che una volta fredde possono anche trasformarsi in un comodo spuntino da portare con se in ufficio o in spiaggia!

In questa stagione vi consiglio caldamente di arricchire la vostra frittata con l’accoppiata zucchine e basilico, peperoni e menta, fagiolini e erba cipollina, cipolle rosse e rosmarino, pomodori e prezzemolo rimanendo preferibilmente in una combinazione del tutto vegetale.

Più leggera, ricca di preziose sostanze che con il sudore rischiamo di perdere in eccesso, meglio digeribile grazie alle generose erbe aromatiche e molto più colorata!!!

5 | 3 voto/i

La cottura della frittata - Ultima modifica: 2022-07-05T08:51:24+02:00 da Giuseppe Capano
La cottura della frittata - Ultima modifica: 2022-07-05T08:51:24+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome