Variazioni in cucina
Gli gnocchi di pane


Grosse palline di pane saporite e nutrienti, davvero irresistibili, sono i canederli. Nella versione originale contengono speck e formaggio, noi vi proponiamo 3 ricette per prepararli non solo con condimenti diversi ma anche con alcune variazioni nell’impasto: vegan, senza glutine e con più fibre

I canederli fanno parte della tradizione gastronomica dell’Alto Adige e del Trentino. Nelle varianti che vi proponiamo, vegan o vegetariane, abbiamo sostituito la tradizionale carne con il tofu, oppure eliminato il pane usando farine naturalmente senza glutine. Le ricette fungono da piatto unico; per alleggerirle dimezzate le porzioni e servite i canederli in brodo come minestra.

Variante senza glutine

Canederli alla verza

Ingredienti per 4 persone: 150 g di farina di castagne, 90 g di farina di riso, 200 g di cavolo verza, 2 uova, 6 cucchiai di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di semi di papavero, 4 foglie di salvia più altre per decorare, 2 spicchi d’aglio, 80 ml di latte, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale, noce moscata, semi di cumino.
Riunite in una ciotola la farina di castagne e la farina di riso, le uova e il latte necessario per ottenere una pastella densa. Insaporite con sale, noce moscata e lasciatela riposare per mezz’ora. Stufate la verza tritata, coperta, con un cucchiaino di cumino, un pizzico di sale e 6-7 cucchiai di acqua finché è morbida e il fondo di cottura asciugato. Scaldate l’olio in un padellino e rosolatevi delicatamente la salvia e l’aglio a fettine. Mescolate la verza alla pastella riposata, quindi controllate il sale. Prelevate a cucchiaiate il composto e fatelo cadere in una pentola contenente acqua bollente e salata in modo da formare grossi gnocchi dalla forma irregolare e tondeggiante. Lasciateli bollire per 2-3 minuti, poi scolateli e e disponeteli in una pirofila calda, cospargendoli con un miscuglio di parmigiano, semi di papavero e l’olio aromatizzato alla salvia.

Versione con più fibre

Canederli all’avena con broccoli

Ingredienti per 4 persone: 120 g di fiocchi di avena, 300 g di patate, 250 g di barbabietole crude, 2 uova, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 rametto di timo, 1 rametto di rosmarino, coriandolo in polvere, sale.
Per il pesto di broccoli: 300 g di broccoli, 60 g di parmigiano grattugiato, 50 g di gherigli di noce, 1 spicchio d’aglio, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale.
Mettete a lessare le patate intere e con la buccia. Preparate il pesto. Riducete i broccoli in cimette e stufatele brevemente (devono restare croccanti) con poca acqua, l’aglio a fettine, un cucchiaio d’olio e poco sale. Quindi tenete da parte 4 cimette e, una volta intiepidite, frullate le restanti con le noci, il formaggio, 3 cucchiai d’olio e acqua quanto basta per ottenere una consistenza cremosa. Alla fine controllate il sale. Lasciate riposare. Inumidite i fiocchi di avena in 100 ml scarsi d’acqua, quindi unite le uova battute e una spolverata di sale e coriandolo. Tritate nel mixer le barbabietole, pelate e a pezzi, con timo, prezzemolo e rosmarino; aggiungete il ricavato ai fiocchi di avena. Unite anche le patate passate allo schiacciapatate e mescolate con le mani. Se necessario salate ancora. Formate tanti gnocchi rotondi grandi quanto una noce. Lessate i canederli in abbondante acqua salata. Quando vengono a galla scolateli e disponeteli su 4 piatti riscaldati. Cospargeteli con la salsa di broccoli, lasciandone qualcuno scoperto. Decorate con le cimette messe da parte e serviteli, con olio da aggiungere a piacere.

Versione vegan

Canederli al tofu con funghi e radicchio
Difficoltà: Facile
Preparazione: 45 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

 

Gli gnocchi di pane - Ultima modifica: 2019-01-08T11:23:29+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome