Omaggio allo zenzero

4.5 | 2 voto/i

Che feste sarebbero senza il pan di zenzero o gli infusi piccantini? Ormai questa spezia è entrata anche nella tradizione natalizia italiana. Ma come mai dall’Oriente è arrivato sulle nostre tavole? E quali sono le sue virtù salutari e gli usi più consigliabili? Scopriamolo in queste breve, ma intenso, ritratto

Coltivato in Asia da millenni, la sua radice viene utilizzata fresca, affettata o tritata, in moltissime ricette. Ad esempio è la base di un comunissimo soffritto della cucina cinese, insieme ad aglio e cipollotto. Un ingrediente orientale che però è entrato nella tradizione del Natale, specie nordeuropeo ma ormai anche da noi, in quanto componente dell’amatissimo  pan di zenzero.

Gli storici hanno fatto risalire l'uso europeo del pan di zenzero alle Crociate nell'XI secolo. Sembra che nel medioevo si preparasse mescolando insieme mandorle tritate, pangrattato raffermo, acqua di rose, zucchero e zenzero.  Poi si pressava il tutto in stampi, a volte scolpiti a somiglianza di membri della famiglia reale o simboli religiosi. Shakespeare si riferiva al pan di zenzero nella sua commedia “Pene d'amor perdute” (Love’s Labour’s Lost) e si dice che questa specialità fosse uno delle pietanze preferite della sua contemporanea regina Elisabetta I.

Perché ci fa bene

Lo zenzero contiene molti principi attivi, incluso il pungente gingerolo. Quando riscaldati o essiccati, questi si trasformano in altri composti studiati per i benefici per la salute, specie antiossidanti e antinfiammatori. Va detto che le proprietà medicamentose più note dello zenzero sono quelle antinfiammatorie e antinausea. La ricerca scientifica non solo ha dimostrato tali effetti (svelando che il potere antinfiammatorio dello zenzero, in alcuni casi, è simile a quello dei farmaci convenzionali) ma ha individuato un’azione di contrasto dello zenzero in diversi disturbi che vanno dall’emicrania fino all’alitosi. Tra l’altro, lo zenzero regola la funzione digestiva e influisce positivamente sull’apparato gastrointestinale, ed è dunque davvero prezioso nei periodi delle feste natalizie, quando le nostre capacità digestive vengono messe a dura prova!

Proviamolo così

In cucina gli usi dello zenzero sono molteplici. Limitiamoci a quelli stagionali. Da secco, la sua polvere macinata si utilizza negli infusi e nelle ricette di dolci tradizionali come il pan di zenzero e altri dolci natalizi. La radice fresca può essere grattugiata o ridotta in julienne e aggiunta ai piatti più vari, anche per aumentarne la digeribilità. Insomma, se alla fine di un pasto festivo quest’anno decidiamo di prepararci un pungente infuso allo zenzero non sarà affatto una cattiva idea.

4.5 | 2 voto/i

Omaggio allo zenzero - Ultima modifica: 2020-12-22T11:33:04+01:00 da Barbara Asprea
Omaggio allo zenzero - Ultima modifica: 2020-12-22T11:33:04+01:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome