News: se frutta e verdura sono crude diventiamo più intelligenti


La frutta e gli ortaggi se mangiati crudi, e non cotti, trasformati o in conserva,  migliorano le prestazione del nostro cervello. Così sostengono i ricercatori dell'Università di Otago (Nuova Zelanda), autori dello studio appena pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology.
L’autore principale, il docente di psicologia Tamlin Conner, afferma che le campagne di salute pubblica si sono storicamente più concentrate sugli aspetti quantitativi del consumo di frutta e verdura (le famose 5 porzioni al giorno).
Mentre il loro studio ha rilevato che, a proposito delle performance mentali, potrebbe essere importante considerare anche il modo in cui i vegetali vengono preparati e consumati. Secondo lo studioso ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la cottura e la lavorazione industriale degli alimenti vegetali diminuiscono inevitabilmente i livelli di sostanze nutritive per un funzionamento cerebrale ottimale.

La top ten per il cervello

Per lo studio sono stati intervistati oltre 400 giovani adulti dalla Nuova Zelanda e dagli Stati Uniti di età compresa tra i 18 e  25 anni. Questa fascia è stata scelta perché in genere è quella con il più basso consumo di frutta e verdura tra tutte le età.
Insomma, se avete figli che zoppicano un po’ nell’apprendimento scolastico, ecco i primi 10 cibi che consumati crudi sono stati collegati dai ricercatori a una migliore condizione mentale. Questi sono: carote, banane, mele, verdure a foglia verde come gli spinaci, pompelmi, lattuga, agrumi, frutti di bosco, cetrioli e kiwi. Magari non verranno tutti promossi, ma certamente il loro organismo se se ne gioverà!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here