La curcuma nella pupilla


Magica curcuma. Oltre a essere buona (conferisce al curry quell’inconfondibile aroma) da anni è studiata per le sue capacità protettive antitumorali ma non solo (vedi questo precedente post). Ebbene, a metà luglio è circolata una notizia diffusa durante la conferenza che si è tenuta a Copenaghen dell’Alzheimer's Association International che vede questa spezia protagonista in un modo diverso dal solito. Ebbene, nello studio clinico in questione è stata presentato un apparecchio che usa la curcuma come marcatore per visualizzare nella retina le placche di frammento beta-amiloide, la proteina che si accumula nel cervello dei pazienti ammalati del morbo di Alzheimer in quantità tossiche, causando i problemi  a tutti noti. Questa analisi “speziata” avrebbe il vantaggio di diagnosticare questa patologia anni  prima che i sintomi si manifestino, a differenza di quando accade adesso, con immaginabili ricadute sulla salute delle persone. Come non chiudere con questa golosa ricetta caratterizzata dalla curcuma di mini arancini?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome