È arrivato il freddo: ecco come sfruttarlo per dimagrire

Con l’abbassarsi delle temperature l’organismo mette in moto svariati meccanismi per proteggersi dal freddo, come l’attivazione dell’ormone irisina, che aumentano il dispendio energetico e bruciano i depositi di grassi. Ecco come approfittare della stagione fredda per perdere peso naturalmente.

4.4 | 5 voto/i

Brrr… a nessuno piace tremare per  freddo. Tuttavia, se pensiamo che mentre tremiamo viene stimolata la produzione di un ormone che ci aiuta a dimagrire, forse anche l’inverno diventa più simpatico.  Alle basse temperature, difatti, il corpo reagisce con i brividi che altro non sono che contrazioni muscolari in grado di produrre l'irisina, un ormone scoperto dai ricercatori della Harvard Medical School, in grado di replicare alcuni degli effetti positivi dell'attività fisica e della dieta. La caratteristica dell’irisina è quella  di attivare il meccanismo molecolare detto "browning", ovvero la conversione della normale cellula adiposa (bianca) in una cellula adiposa bruna. Il tessuto adiposo bruno stimola la produzione del calore facendo bruciare i depositi di grasso, ed è particolarmente abbondante nei piccoli: ogni neonato nasce con fasce di tessuto adiposo bruno intorno al collo, che contribuiscono a tenerlo caldo.

Esercizio all'aria aperta: ecco un vero bruciagrassi

Fino a pochi anni fa, si pensava che queste cellule svanissero nella prima infanzia ma ora sappiamo che il grasso bruno è presente anche da adulti, sebbene in percentuale modesta, tra le scapole e il collo. Queste cellule adipose, una volte risvegliate dal freddo, continuerebbero a lavorare, favorendo così la diminuzione del grasso normale bianco e il conseguente dimagramento. Se è continuamente attivato, questo tessuto riuscirebbe a bruciare tra le 300 e le 400 calorie al giorno (si pensi che 50 grammi di tessuto adiposo bruno possono bruciare fino a 300 calorie al giorno). Secondo una ricerca, 10-15 minuti di brividi provocano un aumento di irisina equivalente a un'ora di esercizio fisico moderato. Di conseguenza, se durante i mesi invernali si desidera ottenere il massimo effetto dimagrante dall’attività fisica, che deve essere di media intensità e di lunga durata (ad esempio, running, camminata veloce, ciclismo) l’ideale è farla all’aria aperta, magari in un tranquillo parco cittadino.  Infine, secondo altri studi, anche tenere in casa una temperatura di 18-19 gradi può in piccola parte stimolare i meccanismi bruciagrassi dell’organismo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome