Autoproduzione
Yogurt fai-da-te bio, freschissimo ed eco a meno di un euro al chilo

yogurt fai-da-te
3.9 | 8 voto/i

Qual è la differenza di costi tra lo yogurt comprato e quello fatto in casa, anche bio o di capra? Abbiamo fatto i conti e le sorprese non sono mancate

Se lo yogurt a colazione o a merenda è un’abitudine quotidiana, e soprattutto se interessa più persone in famiglia, l’alternativa yogurt fai-da-te può essere un modo sicuro per risparmiare denaro e non solo. Gli imballaggi degli yogurt, infatti, prevedono di solito sia il cartone che la plastica, e 6 vasetti verrebbero sostituiti dal tetrapak da un litro del cartone del latte, con un risparmio sui materiali utilizzati.

Dal latte allo yogurt

A livello industriale, gli ingredienti per la produzione di yogurt sono i fermenti lattici vivi e il latte a lunga conservazione. Non si usa il latte fresco sia per questioni di praticità e costi, sia perché in questo modo i fermenti possono svilupparsi senza la concorrenza degli altri microrganismi normalmente presenti nel latte fresco.

Advertisement

Dunque, per ottenere lo yogurt, latte e fermenti vengono mescolati; la miscela viene tenuta per diverse ore alla temperatura ideale di crescita dei batteri lattici (circa 40 °C) fino a quando l’attività dei fermenti dello yogurt porta alle modifiche di sapore e consistenza tipiche di questo alimento, che è più acido, aromatico e gelatinoso rispetto al latte di partenza.

Lo schema si ripete a casa

Per preparare lo yogurt fai-da-te servono gli stessi elementi: latte UHT, un po’ di yogurt che faccia da starter (all’inizio uno yogurt acquistato e poi mezzo vasetto della produzione precedente) e un modo per intiepidire il tutto. Molte popolazioni balcaniche sanno preparare in casa lo yogurt semplicemente tenendo avvolta in coperte la miscela di latte, ma se vogliamo andare sul sicuro è meglio usare la yogurtiera, che con una resistenza elettrica mantiene la temperatura di fermentazione costante.

Quanto costa la yogurtiera?

È sicuramente tra gli elettrodomestici più economici: la si può trovare a un prezzo compreso tra i 25 e i 30 euro. È composta da un unico vaso da un litro o da una serie di barattolini monoporzione con coperchio; alcune marche danno anche la possibilità di acquistare un nuovo set di barattolini, nel caso se ne rompessero.

Facciamo i conti

Premessa: non abbiamo fatto un’analisi statistica dei prezzi. Il nostro è un esempio e la spiegazione di un metodo che poi ognuno può mettere in pratica verificando i prezzi applicati nel negozio o supermercato dove abitualmente fa la spesa.

Per lo yogurt e il latte vaccini, bio e non, abbiamo confrontato i prodotti a marca del supermercato sulla app Esselunga; per i prodotti caprini abbiamo fatto una media approssimativa dei prezzi online di distributori diversi. Ripetiamo: è un esempio, poi ognuno potrà verificare nel suo negozio preferito, reale o virtuale che sia.

Yogurt fai-da-te da latte vaccino

2 vasetti da 125 g di yogurt costano 0,69 euro (quindi 2,76 euro al kg), un litro di latte intero UHT costa 0,92 euro. Considerato che da un litro di latte si ottiene lo stesso volume di yogurt, la differenza è di 1,84 euro. Se si conta di fare un litro di yogurt a settimana, e se si presume di aver pagato 30 euro la yogurtiera, per ammortizzarla serviranno circa 17 settimane: dopo di che si avrà yogurt freschissimo al prezzo del latte (più un poco di elettricità, per essere proprio precisi…).

Yogurt da latte vaccino biologico

In questo caso i prezzi aumentano un po’. 2 vasetti da 125 g costano 0,89 euro (quindi 3,56 euro al kg) e 1 litro di latte UHT bio 1,49 euro. La differenza è 2,07: servirà quindic un po’ meno, circa 15 settimane, per ammortizzare la yogurtiera.

Yogurt da latte di capra bio e non

Un valore medio del prezzo dello yogurt di capra convenzionale che abbiamo rilevato è di 11 euro al kg; il latte è venduto circa a 2,50 euro al litro.

Se invece parliamo di yogurt di capra bio, il prezzo sale a circa 14 euro al kg, mentre un litro di latte di capra bio gira sui 3,5 euro al litro.

La differenza è, nel caso del convenzionale, di 8,5 euro, e del bio di 10,5 euro: molto più consistente se confrontata con yogurt e latte vaccini. Infatti, nel primo caso la yogurtiera si ripaga in 4 settimane e nel caso del bio ne bastano solo 3!

 

 

 

 

 

3.9 | 8 voto/i

Yogurt fai-da-te bio, freschissimo ed eco a meno di un euro al chilo - Ultima modifica: 2022-02-23T08:00:36+01:00 da Venetia Villani
Yogurt fai-da-te bio, freschissimo ed eco a meno di un euro al chilo - Ultima modifica: 2022-02-23T08:00:36+01:00 da Venetia Villani

1 Commento

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome