Cibo e lavoro
Smart working: come organizzarsi per mangiare sano dalla scrivania di casa e restare in forma

5 | 3 voto/i

Lo smart working regala più tempo, perché elimina lo spostamento casa - lavoro, ma anche qualche chilo in più, perché la dispensa è sempre a portata di mano. Come mangiare sano e non ingrassare quando la scrivania è a due passi dal frigorifero? In fase smart working "organizzazione" è la parola chiave, a partire dalla colazione

Se siete abituati a lavorare in ufficio con pause programmate, schiscette bilanciate e pause caffè molto social, lo smart working potrebbe creare un certo scompiglio. I pasti diventano improvvisati e le pause si trasformano in mini abbuffate solitarie davanti alla scrivania. Per non parlare dell'attività fisica: se è vero che il tragitto casa - lavoro era una perdita di tempo vi dava almeno l'occasione di fare un po' di moto. E adesso? Le tecniche per non ingrassare durante il periodo di smart working prolungato, ma soprattutto per mangiare sano e restare in forma, sono poche e facili da seguire. La prima (e fondamentale!) regola è quella di non perdere il polso della situazione e di organizzare le giornate come se lavoraste in ufficio. Con qualche benefit: la passeggiata detox pomeridiana non ve la toglie nessuno.

Iniziate con una colazione sostanziosa ed energizzante

Ce lo sentiamo ripetere da sempre: la colazione è il pasto più importante della giornata. Non cedete alla lusinga di svegliarvi mezz'ora più tardi e saltare la colazione per poi mangiare qualcosa al volo davanti al computer, piuttosto avvantaggiatevi la sera precedente con la preparazione di alcuni elementi. Chia pudding (il budino vegano ai semi di chia) e l'overnight oats (un porridge senza cottura preparato con fiocchi d'avena e yogurt) si mettono in un contenitore ermetico prima di coricarsi e sono pronti il mattino seguente. Se invece non volete programmare, restano valide le sane colazioni lampo come pane, meglio se integrale, e marmellata; latte, cereali e frutta; smoothie e frullati. Per uno sprint in più aggiungete i superfoods: spirulina, maca peruviana, bacche di acai, melograno e tè verde si acquistano anche in polvere.

Programmate un pranzo nutriente e leggero

La tendenza a mangiare alla scrivania, oppure a far scivolare il pranzo nel primo pomeriggio, è grande, soprattutto se siete dei neofiti dello smart working. Per rimanere healthy e non scombussolare il metabolismo, programmate il pranzo sempre alla stessa ora e trasformatelo in una vera e proprio pausa per il corpo e per la mente. Meglio optare per un piatto unico, leggero e nutriente che contenga tanta verdure, una porzione di proteine, una di cereali integrali e grassi "buoni" con quelli derivati dalla frutta secca. La buddha bowl, ad esempio, è un'ottima idea. Per non indugiare troppo a lungo ai fornelli affidati al meal prep in modo da avere tutte le preparazioni di base già pronte in frigorifero.

Concedetevi uno snack spezza fame a patto che non sia junk food!

Le merendine hanno il grande potere di farci tornare bambini ma sono anche cariche di zuccheri, grassi e poco nutrienti. Inoltre la cucina a due passi dalla scrivania rischia di trasformare il break pomeridiano in un appuntamento con il junk food. Il trucco per non cadere in tentazione è quello di alzarsi dalla postazione di lavoro, sgranchirsi con un po' di stretching e attingere a una piccola riserva di snack salutari che rifornirete tutte le settimane: frutta fresca, frutta secca, yogurt, crakers integrali e barrette proteiche senza zuccheri aggiunti. In estate sbizzarritevi con estratti, frullati e centrifughe che aiutano a idratarsi scongiurando la ritenzione idrica. Ma anche con il nice cream, il gelato espresso vegetale che si prepara frullando una base di banana congelata con altra frutta appena estratta dal freezer.

Fate mezz'ora di attività fisica prima di cena

Dopo una giornata impegnativa e faticosa ma sedentaria, mezz'ora di attività fisica (anche solo di camminata!) aumenta i livelli di energia, ricarica e allevia lo stress. Inoltre ci mette a tavola con più serenità azzerando il rischio di mangiare spinti dalla fame nervosa. Cogliete l'opportunità di riscoprire il valore conviviale della cena senza appesantirvi troppo: evitare condimenti eccessivi, alimenti difficili da digerire e dolci aiuta a fare sogni d'oro.

 

 

 

 

5 | 3 voto/i

Smart working: come organizzarsi per mangiare sano dalla scrivania di casa e restare in forma - Ultima modifica: 2020-07-01T07:51:40+02:00 da Sabina Tavolieri
Smart working: come organizzarsi per mangiare sano dalla scrivania di casa e restare in forma - Ultima modifica: 2020-07-01T07:51:40+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome