L'ingrediente da scoprire
Le mille virtù del latte d’asina

latte asina
5 | 1 voto/i

È il latte più simile per gusto e composizione a quello materno. Tanto prezioso quanto raro, il latte d’asina ha un basso contenuto di grassi e di proteine, ma un elevato tasso di lattosio. Scopriamo meglio le sue proprietà ed il suo utilizzo in Italia!

Pare che Cleopatra, regina d’Egitto, si immergesse ogni giorno nel latte di settecento asine per conservare lo splendore della sua pelle e che Poppea, seconda moglie dell’imperatore Nerone, ne facesse grande uso per eliminare le rughe della sua pelle e renderla più morbida e bianca, ragion per cui viaggiava con grandi mandrie di asini. Altre testimonianze riportano che Paolina, sorella di Napoleone Bonaparte, utilizzava il latte d’asina e per conservare la bellezza della sua pelle.

Insomma, sembra che in passato questo latte fosse considerato un vero toccasana, sia per l’alimentazione dei più piccoli sia in ambito cosmetico. E oggi?

Advertisement

Come il latte materno

Come si ricorderanno i nonni, quando una madre non poteva allattare si ricorreva al latte d’asina per nutrire e favorire la crescita del neonato. Come il latte umano, infatti, è ricco di anticorpi e di sostanze battericide come il lisozima, non è allergenico e permette al neonato di costruirsi un completo sistema immunitario, grazie anche alla lattoferrina presente. Inoltre favorisce la protezione dagli attacchi infettivi respiratori e intestinali.

Anche la scienza, di recente, ha confermato come i segni di intolleranza alimentare siano più che dimezzati con l’uso del latte d’asina: una ricerca condotta dall’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del CNR di Torino ha evidenziato si tratta del latte di mammifero più vicino come composizione al latte umano, e lo ha testato per 21 giorni nell’alimentazione dei neonati. Ebbene, lo studio clinico ha mostrato che gli episodi di intolleranza alimentare erano 2,5 volte inferiori nei soggetti che assumevano il prodotto a base di latte d’asina.

Dal punto di vista gustativo, risulta al palato molto dolce, mentre per quanto riguarda la composizione è da sottolineare il forte potere nutritivo, l’alta digeribilità ed il plus di favorire l’assorbimento del calcio. Questo poiché è molto ricco di lattosio, con una percentuale superiore al 6%. Inoltre, ha una bassa percentuale di grassi, dallo 0,3% all’1,8%, ma è molto ricco di omega 3, i grassi polinsaturi che proteggono dalle malattie del cuore, e di probiotici, i microrganismi che riequilibrano la flora intestinale.

In arrivo una regolamentazione?

È ancora in esame il disegno di legge sulle misure per la valorizzazione della filiera produttiva del latte d’asina italiano, finalizzate all’aumento della produzione per il consumo umano. Lo scopo della norma è sostenerne la produzione quale alimento alternativo al latte vaccino nei casi di allergia e quale integratore del latte materno per i bambini nati prematuri. Lo schema prevede l’erogazione gratuita di latte d’asina, anche in polvere, dietro presentazione di ricetta medica. I costi sarebbero a carico del Servizio sanitario nazionale e al prodotto confezionato sarebbe applicata l’aliquota IVA al 4%, analogamente a quanto accade al latte fresco confezionato destinato alla vendita al dettaglio.

Un ingrediente versatile

Oltre che per nutrire il neonato, il latte d’asina si rivela versatile in cucina: biscotti, dolci, gelati e frullati sono alcune delle preparazioni in cui può risultare un ingrediente sorprendente. Nel 2015 è stato anche presentato l’Asinino Reggiano, il primo formaggio al mondo prodotto esclusivamente con latte d’asina. Anche il mondo della cosmesi sfrutta le proprietà di questo latte poiché aiuta a idratare, nutrire e lenire la pelle, soprattutto a tendenza allergica. Si trovano in commercio diversi prodotti come creme, lozioni per il viso, gel doccia e saponi.

Dove si compra

Le asine producono latte solo per nutrire i propri cuccioli e richiedono il contatto visivo con loro.  Si tratta quindi di una bevanda disponibile in poche quantità e abbastanza costosa. Ma dove si trova? È possibile acquistarlo attraverso i principali e-commerce e in farmacia oppure direttamente presso gli allevamenti di asini. In Italia, i produttori ufficiali di latte d'asina sono circa 40, due di essi sono l’Azienda emiliana Agricola Montebaducco a Quattro Castella (Re) e l’Azienda Mariucci a Rignano Flaminio, in provincia di Roma.

 

 

5 | 1 voto/i

Le mille virtù del latte d’asina - Ultima modifica: 2021-10-13T16:03:36+02:00 da Sabina Tavolieri
Le mille virtù del latte d’asina - Ultima modifica: 2021-10-13T16:03:36+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome