Rosa e profumata

Sono le mele Pink Lady, tutte da mordere per condividete un’esperienza gustativa indimenticabile. Succose, croccanti, acidule, zuccherine, deliziosamente profumate, sono in grado di regalareun benessere sempre nuovo

Da novembre ad aprile si può gustare una qualità di mela piccola o media, che deve il suo nome al suo marcato colore rosa: stiamo parlando delle mele Pink Lady. Gusto fruttato, con un alto contenuto zuccherino e una nota leggermente acidula. Per quanto riguarda la coltivazione, avviene in Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Veneto, dove le condizioni del suolo e del clima ne garantiscono il perfetto insediamento di questi deliziosi frutti. Il metodo è nel rispetto verso gli esseri umani, la terra e il tempo: mele "slow" che restano sette mesi sull'albero ma offrono una produzione di ottima qualità e un livello remunerativo medio-alto.

"Pink Lady Tales", la mela rosa si fa Photo Novel Culinario

Pink Lady, attraverso il Photo Novel Culinario in collaborazione con Contrasto, Scuola Holden e lo chef Claudio Sadler, racconta l'"Albero dei Valori" della sua filiera: Uomo, Terra, Tempo, declinandoli in fotografia, storytelling e alta cucina.
A San Valentino Pink Lady Tales sarà in esposizione al ristorante Sadler di Milano.

Anche il famoso chef Claudio Sadler le utilizza per realizzare alcune sue ricette, ve ne proponiamo una, testata e approvata dalla redazione:

Orzotto mantecato con mele Pink Lady, speck, funghi trombetta e asiago stagionato

Ingredienti per 4 persone: 250 g di orzo perlato, 40 g di speck, 2 mele Pink Lady, 15 g di funghi trombetta secchi, 80 g d’asiago semi stagionato, 800 ml di brodo vegetale, 70 g di burro, 50 g di grana padano, 25 g di prezzemolo, 25 g di vino bianco, mezzo scalogno, 15 g d’olio d’oliva extravergine.

Tritare lo scalogno e farlo stufare con acqua, olio evo e un poco di vino, una volta cotto, (circa 15 minuti) conservarlo in una ciotola. Far idratare i funghi trombetta in acqua fredda per circa 30 minuti, una volta che si saranno ben idratati strizzarli e tagliare i funghi a pezzetti piccoli. Tagliare il formaggio asiago a dadini. Tagliare le mele a dadini e conservarle in una bacinella con succo di limone. Tagliare lo speck a dadini simili di dimensione ai dadini di mele. Tostare l’orzo in una casseruola, aggiungere il vino e bagnare con il brodo vegetale a cui avremo aggiunto metà delle mele tagliate a pezzi. Aggiungere i funghi trombetta, cuocere per 120 minuti, aggiungere lo speck e le mele tagliate a dadini, terminare la cottura e quindi mantecare con poco burro, grana padano e l’asiago. Aggiungere il prezzemolo tritato e disporre nei singoli piatti, decorare con fettine sottilissime di mela e servire.

 

Salva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here