Un liquore al mese


Alla ricerca dei liquori casalinghi cominciando dal nocino la cui lavorazione comincia in giugno, nella magica notte di San Giovanni…

Non è scientificamente provato che la notte di San Giovanni (24 giugno) sia caratterizzata da presenze e valenze magiche come invece vuole la tradizione. Sta di fatto che in questa notte di prima estate c’è un gran da fare un po’ dappertutto. Nel Nord Europa si accendono grandi falò per fugare l’inverno e la primavera. I contadini siciliani scuotono con un bastone le pale delle piante di fico d’India per propiziare la maturazione dei frutti. Le ragazze del Centro Italia prima di andare a dormire mettono sotto il cuscino una fava fresca, una fava appassita e una fava secca: da quell che estrarranno, a caso, al mattino possono trarre auspici per il matrimonio futuro. Nell’Italia meridionale si versano fiori in bacili d’acqua che vengono poi esposti ai raggi della luna per ottenere un’acqua lustrale con cui fare ebluzioni purificatrici il giorno dopo. E non dimentichiamoci le streghe che si danno convegno intorno al noce di Benevento… Noce che è stato già privato dei suoi giovani frutti ancora acerbi perché, sempre nella affaccendata notte di San Giovanni, si deve iniziare la preparazione del Nocino. Chi anche oggi ha la fortuna di assaggiare un Nocino di fabbricazione casalinga non può fare a meno di lodare quelle mani. La tradizione contadina e quella borghese hanno elaborato ricette precise nel corso dei secoli. L’alcol, ma anche il vino bianco o rosso ad alta gradazione, ha il potere di estrarre e mantenere integri gli aromi e i principi curativi di erbe, fiori e frutta che vengono a contatto con lui. L'importante è sempre limitarsi a piccoli assaggi.

Scopriamoli e prepariamo li insieme…

Gennaio
Gineprino

125 bacche di ginepro, mezzo cucchiaino di semi d’anice, 2 cm di stecca di cannella, 130 ml d’acqua, 160 ml di alcol a 95°, 250 g di zucchero.
Spolverare le bacche di ginepro e porle in un vaso di vetro a chiusura ermetica con le spezie, l’acqua e l’alcol. Tappare il vaso e lasciare macerare il tutto per 10 giorni in un luogo buio e areato, ricordandosi di scuotere il contenitore ogni giorno. Filtrare con carta bibula, imbottigliare e versare nella bottiglia lo zucchero. Tappare e riporre il gineprino in luogo buio finché lo zucchero si sarà sciolto. Solo allora si potrà iniziare a consumarlo.
Il gineprino ha proprietà energetiche.

Febbraio
Liquore di genziana

20 g di radice di genziana, 5 g di bacche di ginepro, 20 g di scorza d’arancia amara, 10 g di foglie secche di menta piperita, 5 g di semi di finocchio, 5 g di foglie di salvia, 1 l di vino bianco ad alta gradazione, 80 ml di alcol a 95°, 50 g di miele.
Versare tutte le erbe e le spezie in un vaso di vetro a chiusura ermetica, coprirle con il vino e l’alcol, tappare e far macerare per 10 giorni in luogo fresco e buio. Scuotere il contenitore ogni giorno. Quindi filtrare con carta bibula e unire il miele. Rimescolare a lungo finché il miele è completamente disciolto e poi imbottigliare, tappare e far riposare il liquore di genziana per un mese al buio.
È un ottimo aperitivo, un eccellente digestivo e un buon regolatore delle funzioni epatiche.

Marzo
Liquore di menta

100 g di foglie di menta fresche, 400 ml di alcol a 95°, mezzo litro di vino bianco secco, la scorza di 2 limoni, 300 g di miele.
Far macerare per 2 giorni le foglie di menta nell’alcol dentro un vaso di vetro a chiusura ermetica. Quindi unire il vino e le bucce di limone. Far macerare per altri 2 giorni e poi filtrare con carta bibula. Aggiungere il miele e rimescolare finché il miele è disciolto. Imbottigliare, tappare e far riposare per 2 mesi.
È un ottimo dissetante (liscio o con acqua) e un eccellente stimolante del sistema nervoso.

Aprile
Nespolino

12 nespole molto mature, mezzo litro di alcol a 95°, 350 g di zucchero, 160 ml di acqua.
Sbucciare e spolpare le nespole, pestare leggermente i noccioli, versare polpa e noccioli in un vaso di vetro a chiusura ermetica e coprire il tutto con l’alcol. Far macerare per 2 giorni. Filtrare con carta bibula e unire lo sciroppo preparato sciogliendo a freddo lo zucchero nell’acqua. Versare il tutto nel vaso di vetro, tappare e far riposare per 24 ore. Quindi filtrare di nuovo con carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare per almeno 3 mesi.

Maggio
Ratafià di rose

150 g petali freschi di rose profumatissime, 350 ml di acqua, 350 ml di alcol a 95°, 250 g di zucchero, 1 g di semi di coriandolo, 1 g di cannella.
Spolverare i petali di rose e disporli in una zuppiera, versarvi sopra l’acqua bollente, sigillare con la pellicola adesiva e far infondere per 48 ore. Filtrare con la carta bibula, strizzando bene i petali per spremerne il più possibile l’acqua. Versare l’infuso in un vaso a chiusura ermetica e unirvi l’alcol, lo zucchero e le spezie. Tappare e far macerare per 12 giorni in luogo fresco e buio ricordandosi di scuotere il contenuto una volta al giorno. Quindi filtrare più volte con carta bibula finché il ratafià diverrà limpido. Imbottigliare, tappare e far riposare per 1 mese.
È un ottimo tonico.

Giugno
Nocino

19 noci verdi, 350 ml  di alcol a 95°, 4 chiodi di garofano, 2 g di cannella, la scorza di 3 limoni, 500 g di zucchero, 300 ml di acqua.
Pulire con un canovaccio le noci e tagliarle in 4 parti, disporle in un vaso di vetro a chiusura ermetica e coprirle con l’alcol. Far macerare per 24 ore e poi unire le spezie. Tappare di nuovo e far macerare il tutto per 10 giorni avendo cura di scuotere bene il contenitore 3 volte al giorno. Filtrare con carta bibula, unire al macerato lo sciroppo ottenuto sciogliendo lo zucchero nell’acqua calda. Rimescolare bene, far raffreddare e imbottigliare il Nocino, tappare e far riposare per almeno 3 mesi.

Luglio
Ratafià di amarene

1 kg di amarene, 1 l di vino rosso ad alata gradazione, 2 cm di stecca di cannella, 280 g di zucchero, 300 ml di alcol a 95°.
Lavare e snocciolare le amarene. Disporle in un solo strato su un vassoio ed esporle al sole. Il giorno dopo versare le amarene in un vaso di vetro a chiusura ermetica e ricoprirle con il vino. Unire la cannella, tappare ed esporre il vaso per 40 giorni al sole. Filtrare con una garza sottile strizzando bene le amarene per estrarre più succo possibile. Aggiungere lo zucchero e rimescolare finché lo zucchero è sciolto. Unire l’alcol, travasare il tutto nel vaso di vetro, tappare e far riposare per 48 ore. Filtrare con carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare il più lungo possibile perché questo dolce liquore migliora sempre più con l’invecchiamento
Ottimo dissetante liscio o con acqua.

Agosto
Liquore alla camomilla

2 g di semi di angelica, 2 g di foglie fresche di menta piperita, 1 g di china, 1 g di macis, 80 fiori freschissimi di camomilla, 100 ml d’acqua, 300 ml di alcol a 95°, 300 g di zucchero.
Pestate in un mortaio le erbe e i fiori di camomilla, versare il tutto in un vaso di vetro a chiusura ermetica e coprire con l’acqua e l’alcol. Tappare e lasciar macerare per 7 giorni in luogo fresco e buio, scuotendo il contenitore una volta al giorno. Quindi sciogliere lo zucchero in mezzo litro di acqua bollente e versare lo sciroppo, caldo, nel macerato. Lasciar raffreddare, rimescolare bene, filtrare con carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare per 2 mesi.
Ha un piacevole effetto rilassante.

Settembre
Liquore di basilico

40 g di foglie di basilico, 100 ml di alcol a 95°, ¾ di litro di vino bianco secco ad alta gradazione, la scorza di 1 limone.
Spolverare le foglie del basilico, disporle in un vaso di vetro e chiusura ermetica, coprirle con l’alcol e far macerare per 6 giorni, scuotendo spesso il contenitore. Unire quindi il vino e la scorza del limone. Tappare di nuovo e far macerare per altre 48 ore. Filtrare con carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare per 1 mese.
È un buon digestivo e previene gli spasmi digestivi.

Ottobre
Limoncino

Le scorze di 6 limoni, 16 foglie fresche di limone, mezzo litro di alcol a 95°, 1 limone, 400 g di zucchero, mezzo litro d’acqua.
Far macerare in un vaso di vetro a chiusura ermetica le scorze e le foglie del limone nell’alcol per 15 giorni, ricordandosi di scuotere ogni tanto il contenitore. Unire quindi il succo di limone e lo zucchero disciolto a freddo nell’acqua. Tappare e far riposare per altre 24 ore. Filtrare con carta bibula, imbottigliare il Limoncello, tappare e far riposare per almeno un mese.
È un ottimo dissetante.

Novembre
Laurino

500 bacche nere di alloro, mezzo litro di alcol a 95°, 500 g di zucchero, mezzo l d’acqua.
Pulire con un canovaccio le bacche mature dell’alloro, porle in un vaso di vetro a chiusura ermetica e coprire con l’alcol e lo sciroppo preparato sciogliendo lo zucchero nell’acqua. Tappare e far macerare per 40 giorni, scuotendo ogni giorno il contenitore. Filtrare dapprima con una garza sottile e poi con la carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare per 1-2 mesi.
Ha proprietà calmanti per il sistema nervoso e digestivo.

Dicembre
Curacao

25 g di scorza d’arancia amara, 350 ml d’acqua, 400 ml di alcol al 95°, 1 g di vaniglia, 1 g di stecca di cannella, 1 chiodo di garofano, 280 g di zucchero.
Tritare grossolanamente la scorza d’arancia amara, disporla in una zuppiera e versarvi sopra l’acqua bollente. Sigillare con la pellicola trasparente e far infondere per 24 ore. Quindi filtrare e conservare l’acqua di infusione, ben tappata, in frigorifero. Porre la scorza d’arancia e le spezie in un vaso di vetro a chiusura ermetica, coprire con l’alcol, tappare e lasciar macerare per 15 giorni, scuotendo il contenitore 2 volte al giorno. Sciogliere lo zucchero nell’acqua di infusione riscaldata e versare questo sciroppo, raffreddato, nel macerato. Tappare e far riposare per altre 24 ore. Filtrare con carta bibula, imbottigliare, tappare e far riposare per almeno 3 mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here