Cotture diverse
Wok, una pentola magica


Il wok è molto noto in oriente, la sua forma particolare consente di cucinare i cibi velocemente rispettandone a pieno le virtù nutrizionali. Usiamo per preparare alcuni piatti autunnali

Secondo la millenaria tradizione dietetica cinese il cibo deve essere preferibilmente cotto, per renderlo più digeribile, ma mai troppo a lungo, in modo da non distruggere lo “jing”, preziosa energia vitale indispensabile per il benessere. Il wok è una pentola che esprime a pieno questa filosofia. La sua forma curiosa consente, infatti, di realizzare una cottura rapida, a metà fra la frittura e lo stufato, con pochissimi grassi. Il merito è del fondo concavo, che favorisce il contatto dei condimenti con il cibo senza il bisogno di usarne troppi. Ma contano molto anche il taglio, in piccoli pezzi, degli ingredienti e il loro mescolamento rimescolamento frequente, durante la cottura a fiamma vivace, per raggiungere uniformemente tutte le parti con il calore. Il risultato è che si cucina in poco tempo sviluppando al meglio gli aromi e mantenendo una gradevolissima consistenza “al dente”. In più il sottile strato di grasso che ricopre il cibo, e la rapidità dell’esposizione al calore, preservano minerali e vitamine. Se non avete questa pentola speciale suggeriamo di usare una capiente padella antiaderente. In questo caso, per favorire la cottura, utilizzate il coperchio e aggiungete uno o due cucchiai d’acqua agli ingredienti.

Dieci minuti al massimo

Se la verdura è tagliata in piccoli pezzi con il wok bastano 10 minuti per cuocere un contorno supervitaminico. Provate broccoli, carote, zucca a dadini e cipolla arricchiti con un cucchiaio di semi di zucca e salsa di soia senza glutammato.

Wok: istruzioni per l’uso

  • Se ne trovano anche in un praticissimo formato “mini”, per 2-4 porzioni. Le più tradizionali sono di ferro, o alluminio, ottimi diffusori di calore ma di manutenzione difficile, le più nuove d’acciaio inox che ha il pregio di non cedere metalli in cottura e si lava facilmente.
  • Due accessori sono indispensabili: un coltello affilatissimo e una paletta per rigirare.
  • Gli ingredienti possono essere tagliati più o meno grandi, a fette dritte o diagonali, a bastoncino, a dadini, grattugiati grossolanamente, o addirittura macinati. È importante, comunque, che abbiano dimensioni omogenee per assicurare una cottura uniforme.
  • Si cuociono appena prima di andare a tavola (previa eventuale marinatura) e vanno serviti subito. La cottura è tanto più rapida quanto più piccoli sono gli ingredienti e più grande la padella.
  • Una volta ben rosolati nel grasso si possono spruzzare con un fondo di cottura, per esempio acqua e salsa di soia.
  • Il wok si può portare direttamente a tavola e tenere al caldo su un fornelletto.

Eco alcune proposte autunnali cucinate nel wok.


Linguine risottate con funghi, spinaci, pecorino e noci
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Pere caramellate al wok con gelato e caramello di sciroppo d'acero
Difficoltà: facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome