Questo l'ho fatto io
Grissini fatti in casa, il piacere di sgranocchiare


Un ideale accompagnamento per aperitivi, merende o quando semplicemente si ha voglia di qualche snack spezzafame. I grissini fatti in casa sono ancora più buoni e decisamente più sani e genuini

Croccanti e saporiti, davvero irresistibili. Parliamo di grissini, che diventano ancora più buoni se fatti con farine biologiche e di qualità, olio extravergine d’oliva e la giusta quantità di sale. Delle ricette qui proposte due sono classiche e prevedono una lievitazione più lunga. Due, invece, sono istantanee, per ottenere dei grissini friabili e fragranti in meno di 30 minuti.

Qualche trucco per una riuscita perfetta

L’impasto deve essere ben malleabile, ma non eccessivamente morbido e appiccicoso. Lavorate sempre su una superficie liscia e ampia, leggermente infarinata, in particolare per gli impasti con lievito di birra che sono più delicati da manipolare. Per la stiratura manuale dei grissini con lievito di birra procedete come segue: dopo averli tagliati con una spatola, afferrateli al centro con le dita e tirate verso l’esterno spostando le dita mano a mano che la pasta si assottiglia. Per i grissini a lievitazione istantanea, che hanno un impasto un pochino più consistente, assottigliateli in cilindretti usando i polpastrelli per rotolarli sulla spianatoia, fino a raggiungere spessore e lunghezza indicati. Per una cottura perfetta i grissini vanno posizionati sulle teglie ricoperte di carta da forno non troppo vicini tra loro per evitare che si attacchino. Si conservano fragranti per 2-3 giorni, al riparo da umidità e calore. Dopo di ché tendono ad ammorbidirsi ma possono essere comunque consumati.

4 ricette per preparare i grissini

Grissinetti di riso integrale ai semi di papavero

Ingredienti per 30-35 pezzi: 200 g di farina di riso integrale, mezzo cucchiaino di farina di semi di carrube, 50 g d’olio extravergine d’oliva, 1 cucchiaio di semi di papavero, mezzo cucchiaino di sale marino fino.

Mescolate in una ciotola le due farine e il sale. Unite l’acqua, alternandola all’olio, fino a ottenere un panetto compatto e lavorabile: la quantità finale è di circa 90-110 ml, e varia in base alla capacità di assorbimento della farina. Fate riposare il tutto coperto per una decina di minuti. Portate il forno a 180 °C in modalità ventilata e ricavate dall’impasto dei rotolini del diametro di circa 5 mm, lunghi 5 cm. Spennellateli d’acqua e cospargeteli di semi di papavero. Cuocete per circa 10-15 minuti, verificando che a fine cottura i grissini risultino ben dorati da tutti i lati.

Grissoni multicereali alle olive

Ingredienti per 18-20 pezzi: 100 g di semola di grano duro, 50 g di farina di farro, 30 g di farina di grano saraceno, 30 g di farina di avena, 30 g di farina di riso integrale, 5 g di lievito di birra fresco, 50 g di olive nere denocciolate, 20 g d’olio extravergine d’oliva, un quarto di cucchiaino di sale marino fino.

Sciogliete il lievito di birra in circa 100 ml d’acqua a temperatura ambiente e il sale separatamente in altri 40 ml. Tagliate le olive a pezzetti. Unite tutte le farine e versate l’acqua con il lievito, iniziate a impastare, quindi mano a mano unite anche l’acqua salata e l’olio, alternandoli. Per ultime unite le olive a pezzetti e impastate ancora fino a ottenere una consistenza omogenea, ma non troppo appiccicosa. Date all’impasto la forma di un rettangolo di circa 10x30 cm e mettetelo a lievitare coperto per circa 1 ora, fino al raddoppio del volume. Ricavate dall’impasto fette spesse circa 3 cm, che tirerete leggermente e adagerete su teglie coperte di carta da forno; lasciate lievitare altri 30 minuti. Portate il forno a 200 °C e infornate i grissoni per 18-20 minuti, in base allo spessore e all’umidità dell’impasto.

Grissini stirati al mais

Ingredienti per 20-25 pezzi: 250 g di farina di frumento tipo 2, 5 g di lievito di birra fresco, 20 g d’olio extravergine d’oliva + 1 cucchiaino, mezzo cucchiaino di sale marino fino, 2 cucchiai di farina di mais fioretto.

Sciogliete il lievito in circa 100 ml d’acqua a temperatura ambiente e, in un altro bicchiere, il sale in 40 ml d’acqua. Cominciate a impastare la farina insieme all’acqua con il lievito. Una volta che è stata assorbita cominciate a unire quella con il sale, alternandola all’olio, poco alla volta; dovete ottenere una consistenza elastica, ma non troppo appiccicosa. Dividete l’impasto in due panetti, larghi circa 5x30 cm e spessi mezzo centimetro; spennellateli d’olio, adagiateli sulla farina di mais e coprite con questa anche i lati e la superficie; lasciate lievitare coperti per 1 ora, fino al raddoppio. Riprendete gli impasti e tagliateli a striscioline larghe 2 cm, che allungherete una a una con le mani. Adagiate delicatamente i grissini stirati su una teglia coperta di carta forno e lasciateli lievitare ancora 30 minuti. Cuocete i grissini a 200 °C per 15-18 minuti (in base allo spessore e all’umidità dell’impasto).

Grissini di farro con semi di girasole e curcuma

Ingredienti per 20-25 pezzi: 180 g di farina di farro, 70 g di farina di farro integrale, 20 g d’olio extravergine d’oliva, 20 g di semi di girasole, mezzo cucchiaino di lievito a base di cremortartaro, mezzo cucchiaino di curcuma in polvere, un quarto di cucchiaino di sale marino fino.

Mescolate le farine con il lievito, la curcuma, il sale e i semi di girasole. Versate l’olio e cominciate a impastare, unendo pian piano l’acqua, fino ad arrivare a circa 120 ml. L’impasto dovrà avere consistenza liscia e non appiccicosa: regolatevi quindi con l’acqua ed eventualmente un altro cucchiaio di farina. Stendete l’impasto su una spianatoia infarinata a formare un rettangolo, tagliate 20-25 strisce e arrotolatele una a una con le mani per ottenere dei grissini lunghi circa 10 cm. Disponeteli su una teglia coperta di carta da forno e infornate per 15 minuti a 180 °C.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome