Just Eat
Il piatto contro lo spreco


L'iniziativa si chiama "Piatto buono" e consente ai consumatori di ordinare un pasto a sorpresa, composto da prodotti invenduti dei ristornati, ma anche di donarne un altro

Just Eat lancia Piatto Buono - Contro lo spreco alimentare, un'idea che nasce in continuità con il progetto Ristorante Solidale che già dal 2016 coinvolge consumatori e ristoranti e sensibilizza sul tema del ciclo di vita del cibo.

35 ristoranti a Milano, Torino, Roma e Napoli hanno scelto di partecipare all’iniziativa e dal 5 febbraio consentono di ordinare o aggiungere al proprio ordine a domicilio un Piatto Buono - contro lo spreco alimentare. Prodotti freschi invenduti, abbondanze di cibo, prodotti non conservabili o del giorno e materie prime in eccedenza o prossime alla scadenza, vengono venduti a un costo scontato che vai dai 3,00 ai 7,00 euro.

Ogni ristorante può presentare il proprio piatto buono, stabilito ogni giorno in base alla disponibilità di un surplus di ingredienti e decidere quotidianamente se rendere il piatto disponibile o meno sul menù di Just Eat. Il piatto sarà a sorpresa, ma verranno fornite delle indicazioni generiche sull'ordinazione che in questo modo non sarà totalmente a scatola chiusa.

Per ogni Piatto Buono ordinato a domicilio, Just Eat ne dona un altro a comunità e case accoglienza in collaborazione con le Caritas delle città di Milano, Torino, Roma e Napoli, grazie a consegne mensili direttamente a domicilio di pranzi e cene.

 

 


Il piatto contro lo spreco - Ultima modifica: 2020-03-02T16:04:15+00:00 da Redazione
Il piatto contro lo spreco - Ultima modifica: 2020-03-02T16:04:15+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome