Indirizzo d'autore
Carlo al Naviglio, il nuovo ristorante di Cracco a Milano

Carlo al Naviglio Milano

A Milano c'è aria di nuove aperture gourmet: si chiama Carlo al Naviglio ed è il nuovo bistrot dello chef Carlo Cracco, un luogo in cui cucina e cocktail bar si fondono e regalano grandi emozioni

Alla faccia di tutte le difficoltà che la ristorazione italiana (e non soltanto) sta attraversando in questo memento storico, c'è la notizia di una nuova, prestigiosa apertura: Carlo al Naviglio a Milano.

Sì, se ve lo state domandando, quel Carlo è proprio lui, lo chef Carlo Cracco che, affiancato nel progetto dell'imprenditore Dino Scaggiante, ha inaugurato la nuova insegna all'interno dell'Hotel Excel Naviglio Milano, struttura quattro stella situata lungo il Naviglio Grande.

Carlo al Naviglio, ristorante e cocktail bar

Carlo al Naviglio Milano

Qui il noto chef propone una formula di cui ha già testato il successo con Carlo e Camilla in Segheria: quella del ristorante affiancato dal cocktail bar. L'offerta si sviluppa quindi sia sul pranzo che sull'aperitivo e sulla cena.

Situato lungo un segmento più periferico del Naviglio Grande, questo luogo (che per lungo tempo ha raccontato la storia di Milano attraverso le musica e il cabaret) si presenta oggi come una piccola oasi di pace, in cui accomodarsi nelle molteplici sale interne, nell'ampio dehors, nel suggestivo ed intimo giardino.

Dettagli di design impreziosiscono l'ambiente, dalle sedute di A. G. Fronzoni e Jasper Morrison prodotte da Cappellini ai lampadari di cristallo. Tutto progettato dagli architetti Franz Siccardi e Marco Muta.

Il tocco finale? La mise en place firmata da Richard Ginori (che poco distante da qui aveva la sua imponente fabbrica).

Il risultato, proprio come per Carlo e Camilla in Segheria, è un indirizzo versatile e contemporaneo, capace di ospitare al meglio i piatti d'alta cucina ma al contempo di diventare cornice ideale per eventi - privati o aziendale - o persino coworking.

Carlo al Naviglio, il menu e la drink list

Carlo al Naviglio Milano

Ad occuparsi della cucina è il resident chef Luca Pedata, che arriva proprio da Carlo e Camilla in Segheria.

Il menu è italiano e segue la stagionalità dei prodotti. I piatti spaziano del Piccione in saor alle Seppie, pisetti e rabarbaro. Diverse le proposte vegetariane.

I percorsi degustazione sono due: un menu smart da 65 euro (bevande escluse) ed uno più articolato di sei portate a 85 euro (per il quale è stato pensato un pairing di vino o drink ad hoc a 35 euro).

Il servizio è curato da Enrico Ottaviano mentre la drink list, che comprende signature cocktail e proposte in abbinamento alle portate, è affidata alla barmaid Yasmine Montesano. Che qui sperimenta anche l'idea di una cucina liquida, un concept che le permette di utilizzare tecniche di cottura provenienti dall’alta cucina sulla miscelazione classica.

Carlo al Naviglio, via Ludovico il Moro 117, Milano. Tel. 02 82196615, Sito

 


Carlo al Naviglio, il nuovo ristorante di Cracco a Milano - Ultima modifica: 2021-05-03T10:51:53+02:00 da Simone Zeni
Carlo al Naviglio, il nuovo ristorante di Cracco a Milano - Ultima modifica: 2021-05-03T10:51:53+02:00 da Simone Zeni

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome