“Vieni a Seminare il Futuro con noi”


Domenica 14 ottobre, 30 aziende agricole biologiche e biodinamiche di tutta Italia, da nord a sud apriranno le loro porte per ospitare tutti quelli - bimbi, genitori, nonni, giovani - che vorranno partecipare a questa iniziativa che si propone di sensibilizzare le persone sul tema della provenienza del cibo e del futuro dell’agricoltura

Nata in Svizzera nel 2006 da un’idea di Ueli Hurter, agricoltore biodinamico, e di Peter Kunz, selezionatore di cereali biologici, l’iniziativa “Seminare il futuro”, di anno in anno, è stata abbracciata da numerosi Paesi – nel 2011 dall’Italia, per iniziativa in particolare di NaturaSi – e ha coinvolto migliaia di cittadini in tutto il mondo.

L’obiettivo di Seminare il Futuro! – si legge nella presentazione dell’iniziativa sul sito - è sensibilizzare le persone sul tema della provenienza del cibo e del futuro dell’agricoltura, sottolineando, grazie ad una proposta originale e coinvolgente, l’importanza della sovranità alimentare locale e la consapevolezza che i semi biologici e biodinamici rappresentano una vera opportunità.

L’evento si svolge contemporaneamente in differenti aziende agricole biologiche e biodinamiche: un’occasione festosa, per grandi e piccini, curiosi e appassionati del mondo bio, che offre l’opportunità di compiere un gesto nello stesso tempo simbolico e concreto, che unisce il cuore di ciascuno alla terra.

I semi biologici e biodinamici utilizzati nell’iniziativa provengono da un processo di selezione che rinuncia all’uso degli ibridi e alla manipolazione genetica. La semina potrà successivamente essere seguita dai partecipanti: ciascuno potrà tornare presso l’azienda agricola sul campo contraddistinto dallo striscione firmato e osservare la crescita dei cereali seminati, sino al momento della trebbiatura.

Seminare il futuro sostiene la ricerca e la salvaguardia della filiera non speculativa dei semi. L'obiettivo è costituire nuove varietà di grano libere, adatte al biologico e biodinamico

Le aziende aderenti

Per saperne di più

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome