Prosecco, nasce il Consorzio #Bio


Lo scopo è contribuire alla diffusione dell’utilizzo delle tecniche biologiche e biodinamiche in viticoltura, grazie all’attività di informazione, formazione e comunicazione che il Consorzio intende svolgere

Negli stessi giorni in cui iniziava a Conegliano la raccolta di firme per la messa al bando dei pesticidi, di cui abbiamo dato notizia ieri, venerdì 31 agosto nel corso della quarta vendemmia notturna nella tenuta "La Vigna di Sarah" a Cozzuolo di Vittorio Veneto, l'unica del suo genere nelle Terre del Prosecco, veniva data notizia della nascita del “Consorzio #Bio” per iniziativa di un'azienda vinicola della denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e di due viticoltori aderenti al consorzio di tutela Prosecco Doc. Sarah Dei Tos, la titolare dell'azienda agricola di Cozzuolo, Simone Perin di Colfosco di Susegana e Marzio Bruseghin, l'ex campione di ciclismo che produce Prosecco a Piadera di Vittorio Veneto. Sono questi – riferisce Oggi Treviso  - gli imprenditori agricoli trevigiani fondatori del Consorzio #BIO (presieduto da Sarah), nato "dal desiderio dei soci di poter rendere più fruibile l’utilizzo delle tecniche biologiche e biodinamiche utilizzate in viticoltura ed agricoltura, ma soprattutto dalla necessità di fare chiarezza in materia, grazie all’informazione, formazione e comunicazione che esso si prefigge come scopi". Il consorzio è aperto ad aziende agricole, produzioni agroalimentari, agriturismi, operatori del turismo "green", cosmesi ed altri settori impegnati nel biologico e biodinamico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome