5 | 1 voto/i

Conosciamo insieme le caratteristiche salienti delle pere Abate e come poterle utilizzare in cucina al di la dei consueti dolci, idee e spunti in attesa di una prossima ricetta completa!

Le pere della varietà Abate sono tra le più diffuse in autunno quando il grosso della produzione di questo frutto vede la luce in termini di raccolta, non tutti gli anni però sono generosi nella quantità e nella qualità dei frutti e questo 2019 non ha regalato grandi soddisfazioni agli agricoltori.

I prezzi saranno quindi un po’ maggiori rispetto agli altri anni e le varietà autenticamente Italiane di pere Abate forse un po’ meno facili da trovare, se però vi capita di farne buone scorte a buon mercato approfittatene!

La pera Abate è una delle varietà più importanti coltivate in Italia che è il maggior produttore al Mondo sapendo tenere testa anche ad annate meno felici come questa.

Scoperta in Francia intorno alla metà del 1800 dal curioso e attivo Abate Fetel da cui ha preso il nome si è poi diffusa come detto nel nostro paese a partire dalla fine della seconda Guerra Mondiale in particolare nelle fertili pianure formatesi intorno al fiume Po in Emilia Romagna.

La forma del frutto è inconfondibile, si tratta infatti di una riconoscibilissima pera slanciata e allungata a collo di cigno con misure che vanno da 55 a oltre 85 mm di diametro massimo e un peso importante che si aggira intorno a un minimo di 150 grammi per arrivare a quasi 300.

Il colore della buccia varia dal verde al giallo in relazione allo stato di maturazione più o meno avanzato, ma a volte i frutti possono presentare una colorazione rosso-rosata nelle parti più direttamente esposte al sole.

La polpa interna è succosa, bianca e dal sapore dolciastro e profumato con note croccanti nelle versioni più verdi, morbide, aromatiche e fondenti nelle versioni più mature.

Questa varietà è molto interessante anche nell’uso dei piatti salati e basta veramente poco per valorizzarla e esaltare altri ortaggi e verdure di accompagnamento.

Possiamo ad esempio immaginare di tagliarla in sottili fette e grigliarla leggermente su una piastra molto calda, condirla con poco olio, sale e timo e appoggiarla su un letto di giovane insalata verde.

Ma anche renderla protagonista di ottimi risotti sia classici che nell’alternativo metodo con chicchi integrali, includerla in molte insalate miste magari contrastandola con delle buone olive nere o dei capperi, trasformarla in originali zuppe rinfrescanti.

E queste sono solo alcune delle tante possibilità d’uso delle pere in cucina al di fuori del classico uso nei dolci, nel prossimo post passerò direttamente nel presentarvi una ricetta completa che saprà sicuramente stuzzicare la vostra curiosità, il tempo di fotografarla meglio e sarà presto a vostra disposizione!

Ingredienti stagionali: pere abate e gustose idee in cucina - Ultima modifica: 2019-11-11T17:12:48+00:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome