Buona cucina e benessere accomunati dalla semplicità

4 | 5 voto/i

Eccolo finalmente nella sua splendida forma uscito giovedì in tutte le librerie d’Italia il mio nuovo libro di cucina, un percorso di cui sono molto orgoglioso e contento e che arriva a tracciare una linea precisa su quella che è la mia visione di cucina del benessere.

Perché come ho scritto nella pagine di introduzione al libro cucinare è sempre una bellissima esperienza, consente di realizzare preparazioni che sanno soddisfare sé stessi e gli altri, aiuta a trovare un proprio equilibrio interiore grazie alla stimolazione continua della creatività e per molti è fonte di serenità: una sorta di disciplina del benessere a 360 gradi.

A tutto questo possiamo arrivarci attraverso diversi approcci e percorsi e uno dei più gratificanti è quello di contare su un numero di ingredienti circoscritto, ma freschi e di qualità.

Le combinazioni sono molteplici grazie al fatto che una buona cucina è sempre dotata (per lo meno lo è nella mia visione organizzativa positiva e pratica) di una buona dispensa di base che fa da supporto alla lavorazione degli ingredienti scelti.

C’è, infatti, una complementarità forte tra la cucina intesa come struttura di lavorazione con tutti gli strumenti del caso e le risorse alimentari minime che in essa devono necessariamente essere presenti.

Pensiamo all’olio extravergine di oliva di qualità senza il quale sarebbe impossibile realizzare molti piatti, a insaporitori di base come sale integrale, semi oleosi, frutta secca, erbe aromatiche, spezie e così via.

Il libro cerca quindi di dimostrare nel concreto come, una volta stabilita una organizzazione di partenza in termini di ingredienti di base universali conservati in dispensa, possa diventare molto semplice preparare ottimi piatti e ricette aggiungendo anche un solo ingrediente appositamente acquistato fresco o raccolto nel proprio orticello.

Semplicità è la parola chiave di fondo e nelle tante ricette presentate viene ampiamente dimostrata questa teoria toccando tutte le tipologie di preparazioni possibili per l'obbiettivo comune di una cucina del gusto sposata al benessere del corpo.

Da sempre le mie combinazioni si basano in gran parte su una visione di semplicità, abbinare 3-4 ingredienti contando su alcuni pilastri fondamentali imprescindibili.

Il primo è il condimento di base, tassello essenziale nella costruzione di un piatto e su qui ribadisco il primato assoluto dell’olio extravergine di oliva di qualità.

Altri come ho già ricordato sono le erbe aromatiche e le spezie, i tanti semi che la natura ci offre, la frutta secca che è un elemento altamente strategico e spesso mal utilizzato, tutti elementi per me scontati ma che l’esperienza mi insegna essere non del tutto conosciuti tra chi si diletta ai fornelli.

Un peccato perché sono proprio questi gli ingredienti che costantemente dovrebbero essere presenti nella dispensa di una cucina e fare da supporto a tutto il resto, da qui in poi la magia si realizza in un attimo!

Bisogna solo saper organizzare per tempo la propria dispensa personale e lo spazio di lavoro, sembra tanto eppure non è nulla di complicato e nel libro lo dimostro ampiamente.

Un po’ di numeri prima di chiudere e tornarne a parlare del libro in altri interventi sottolineando alcune caratteristiche peculiari: 108 ricette complessive tutte fotografate, per ogni ricetta anche il supporto di una foto con gli ingredienti essenziali, antipasti che possono diventare contorni o accompagnamenti di un pasto, primi tra cereali in chicchi, pasta, zuppe e delicate creme di verdura, secondi facilmente trasformabili in piatti unici, squisiti dolci e una sezione dedicata ai condimenti.

Lo trovate comodamente in vendita in questa sezione della casa editrice!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome