Il gusto vero del cacao

Foto di Luca Colombo

Il cioccolato non manca mai tra gli ingredienti preferiti, e perché dovrebbe, visto che, soprattutto se crudo, è anche un alleato prezioso della salute? Il cacao, infatti, è considerato nella cucina crudista un “supercibo” perché ha un’eccezionale concentrazione di sali minerali e antiossidanti. Ma che cosa distingue il cioccolato crudo? Sono i semi di cacao non tostati, quindi solo fermentati ed essiccati, e una lavorazione della miscela al di sotto dei 42 °C, ossia la temperatura limite della cucina crudista. In questo modo il cacao conserva una quantità maggiore degli antiossidanti polifenoli, flavonoidi e catechine rispetto al cioccolato tradizionale (ma anche rispetto al tè verde o al vino rosso, altre noti fonti di polifenoli), proteggendo l’organismo dai radicali liberi. In più grazie alla presenza di magnesio e triptofano svolge anche un’azione antidepressiva, stimola il metabolismo e aiuta la concentrazione.
e allora… buon cioccolato crudo a tutti!

Datteri farciti al cocco con glassa di cioccolato

Ingredienti per 8 dolcetti: 8 datteri, 70 g burro di cocco, 40 g cioccolato fondente crudo.
Incidete i datteri longitudinalmente e snocciolateli senza dividerli completamente. Farcite ciascuno con un cucchiaino di burro di cocco ammorbidito a temperatura ambiente, modellandolo con le mani. Riponeteli in freezer per 5 minuti. Riducete il cioccolato in scaglie e fatelo sciogliere a bagnomaria in acqua calda. Appoggiate la base del dattero freddo su una forchetta e immergetelo per metà nel cioccolato fuso ricoprendo solo la base del frutto e non il burro di cocco. Quindi disponetelo al contrario, ossia dalla parte del burro di cocco, su un piano rivestito con carta da forno. Ripetete l’operazione con i restanti datteri e poi lasciateli raffreddare in frigorifero per 30 minuti.

Belli e buoni di fichi e albicocche al cioccolato

Ingredienti per 18 dolcetti: 120 g cioccolato crudo fondente, 100 g di fichi secchi, 50 g di albicocche secche, 70 g di mandorle sgusciate, 20 g di olio di cocco, mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere, mezzo cucchiaino di scorza di arancia grattugiata, cannella in polvere, sale.
Tagliate il cioccolato in scaglie e fatelo sciogliere a bagnomaria. Controllate che il cioccolato sciogliendosi non superi i 42 °C di temperatura (se non avete un termometro da cioccolato, fate attenzione che l’acqua del bagnomaria sia calda ma non bollente; se riuscite a immergere un dito nell’acqua senza scottarvi va bene). Di seguito sciogliete l’olio di cocco con lo stesso metodo. Tritate le mandorle nel mixer ottenendo una granella. Levate le mandorle e tritate i fichi con le albicocche, la vaniglia, la scorza di arancia, un pizzico abbondante di cannella e un pizzico di sale. Aggiungete poi l’olio di cocco liquefatto e, infine, incorporate le mandorle. Lavorate a mano l’impasto ottenuto riducendolo in piccole sfere di circa 12 g ciascuna, mettendole subito a raffreddare nel freezer per 5 minuti. Immergete ogni pallina nel cioccolato fuso e fatela rotolare ricoprendola interamente. Quindi estraetela con l’aiuto di una forchettina da cioccolato (o con una forchetta comune), scolate il cioccolato in eccesso e posatela su un piano ricoperto con carta da forno. Ripetete l’operazione con tutte le palline facendo attenzione che non si tocchino tra loro. Riponete i dolcetti in frigorifero per circa 30 minuti e serviteli nei classici pirottini di carta. Potete conservarli in  frigorifero fino a 3 settimane.

Ecco un tartufo crudista.

Tartufo al cacao crudo con crema di cocco
Difficoltà: media
Preparazione: 30 minuti
Cottura:
Ricetta di Patrizia Romeo

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome