Siete reducetariani?


Chissà se diventerà un nuovo movimento. Personalmente da anni conosco e frequento tantissime persone che – non volendo imboccare la strada del vegetarianesimo - per ragioni sia salutistiche che etiche hanno però deciso di mangiare di rado la carne scegliendo quella proveniente da allevamenti biologici. Oggi però, grazie a due rampanti giovanotti statunitensi, a questa scelta alimentare “riduci-carne” è stata attaccata l’etichetta di reducetarianism. Sul sito ufficiale di questa iniziativa, che ha lo scopo di creare una nuova comunità, si propone di provare a mangiare meno carne per un periodo di 30 giorni, consigliando alcune semplici strategie (vedi sotto). Secondo gli ideatori una volta passato il mese difficilmente si ritornerà alle vecchie abitudini alimentari. Al contrario di chi sceglie di diventare vegetariano o vegan: secondo i dati di un’inchiesta dello Humane Research Council britannico ben l’84% con il tempo abbandonerebbe la nuova strada per tornare alla vecchia (e meno sana).

 

EASY STRATEGIES!

If you eat meat for lunch, skip it for dinner.

Participate in Meatless Monday, or choose your own day!

Eat grass-fed meat instead of conventionally produced factory farmed livestock.

Reduce your portion (i.e. 8 oz instead of 16 oz steak).

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome