Scoperto l’effetto valanga del sovrappeso


"È come una pallina di neve in cima a una montagna che diventa sempre più grande mentre rotola verso il basso": a parlare così è David Meyre, professore canadese della McMaster University nonché tra gli autori di un interessante studio appena pubblicato sull’American Journal of Human Genetics.

L’argomento trattato, però, non è la neve ma l’influenza che i nostri geni esercitano sul sovrappeso. Oltre ai fattori legati allo stile di vita come la dieta scorretta e l'inattività fisica, anche i fattori genetici possono giocare un ruolo nella comparsa dell’obesità. Nello studio in questione i ricercatori hanno esaminato 37 geni molto noti per la loro azione sulla massa corporea presenti in oltre 75mila adulti con discendenza europea. E tra questi ne hanno trovato nove responsabili dell’effetto valanga del titolo. In pratica, chi ha questi geni e ingrassa, avrà un effetto sul peso – e sulla persistenza dell’obesità - molto maggiore rispetto alle altre persone. Spiega Meyre: "Questi geni possono in parte spiegare perché alcuni individui sperimentano un aumento di peso incontrollato e costante durante la loro vita, nonostante i diversi approcci terapeutici ai quali vengono sottoposti".

Insomma, secondo questa ricerca per alcuni soggetti esisterebbe un alto rischio genetico per l'obesità. Tuttavia, queste persone non sono condannate all’obesità, a condizione che stiano attenti a non ingrassare, evitando così che la pallina di neve cominci a rotolare. Conclude Meyre: "Abbiamo un importante messaggio di speranza per i portatori di questi geni che, se mantengono un peso corretto attraverso uno stile di vita appropriato, possono minimizzare l'effetto dei geni in questione". Insomma, come al solito, prevenire è sempre meglio!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome