Bambini più magri con i giusti spuntini


Cinque pasti al giorno, suddivisi tra colazione, pranzo, cena e due spuntini a metà mattina e pomeriggio. Questa suddivisione dei pasti – ossia quella consigliata dalle linee guida nazionali e non solo – è sembrata la più efficace per mantenere un peso corretto nei bambini. Uno studio inglese recentemente pubblicato  ha preso in considerazione le abitudini di 1700 bambini con età compresa tra 9 e 10 anni, 1034 dei quali erano normopeso mentre i restanti obesi. Il numero medio dei pasti rilevati è risultato pari a 4,3, senza differenze tra i due gruppi, tuttavia, coloro che consumavano più pasti (ossia spuntini) seguivano una dieta con un profilo nutrizionale migliore, rispetto a coloro che, ad esempio, consumavano una prima colazione scarsa. Inoltre i bambini con un peso normale - e che dichiaravano una maggiore frequenza dei pasti - assumevano snack più sani (vedi frutta e verdura) e praticavano più attività fisica. Insomma, secondo questo studio l’aumento di spuntini durante la giornata si associa a un miglioramento del peso e a bassi livelli di depositi adiposi nei bambini normopeso. Tanto che i ricercatori auspicano che tra le raccomandazioni dietetiche in tema di prevenzione dell’obesità infantile compaia anche l’indicazione sul consumo regolare dei pasti, con particolare attenzione alla prima colazione e agli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome