I cibi del dopo feste


Cibi, dolci e alcolici consumati in abbondanza durante le feste lasciano spesso qualche chilo in più. Inutile voler recuperare in pochi giorni la forma perduta, sottoponendosi a digiuni e diete forzate. Regalatevi una settimana disintossicante!

“Da domani digiuno…”. È una frase ricorrente in questo periodo, perché durante le feste esagerare a tavola è quasi inevitabile. Pasti luculliani, dolci in sovrabbondanza di tutti i tipi, avanzi che sembrano non finire mai lasciano spesso fastidiosi strascichi di pesantezza, magari corredati da qualche “cuscinetto” in più. Meglio quindi correre ai ripari prima di accumulare indesiderabili chili di troppo e aggravare i problemi digestivi. Ma cosa fare?
Per prima cosa abbandonate le fantasie malsane di digiuni e diete rigorose, che dopo gli stravizi potrebbero solo aumentare l’accumulo di tossine nel corpo e creare inutili ansie. Quello che serve, invece, è un menu ricco di ingredienti disintossicanti dall’effetto saziante, abbinati a una giusta quantità di alimenti dalle proprietà tonificanti, per aiutarvi a uscire dalla stasi invernale. Otto giorni bastano per dare una sensazione di rinnovamento e di leggerezza, interrompere il circolo vizioso dei “pasticci” e ritrovare un ritmo più equilibrato. Proprio con questo obiettivo suggeriamo cibi cucinati semplicemente e pasti composti da poche portate: niente carne e formaggi, abbondanti cereali, moltissima verdura, importante per il suo effetto alcalinizzante e depurativo. Frutta cruda a volontà soprattutto fuori pasto.
Una volta terminata questa fase di “pulizia”, che non deve superare in ogni caso le due settimane, è importante integrare il menu con una maggiore varietà di ingredienti, aumentando anche le porzioni. Se invece avete veri e propri problemi di peso questa fase può rappresentare la preparazione per iniziare poi una vera e propria dieta, seguita da un esperto in materia.

Le bevande amiche

•    Menta (foglie). Ricchissima di oli essenziali, ha un effetto tonificante sul sistema nervoso. Il suo profumo combatte stanchezza e nervosismo e regola l’appetito. Attenua gonfiori, crampi addominali e migliora la digestione.
•    Camomilla (fiori). I suoi numerosi principi attivi hanno un effetto calmante, antispatico e digestivo.
•    Tiglio (fiori). Flavonoidi e oli essenziali gli conferiscono proprietà antinfettive, antinfluenzali e diuretiche.

I migliori per depurare e tonificare

•    Riso. Grazie al suo elevato contenuto di amido riequilibra lo stomaco, rafforza l’energia vitale, calma la nausea e previene i disturbi intestinali. Il riso integrale è più nutriente di quello raffinato, più ricco di proteine e minerali ma è più laborioso da digerire. Utilizzate entrambe le varietà alternandole fra loro. Preferite il riso brillato se avete problemi di gonfiore.
•    Lattuga. Contiene molta acqua e fibre, ma è anche ricca di vitamina A, importante per la vista, vitamina C dall’azione antiossidante e vitamina D che favorisce l’assorbimento del calcio. È presente in grandi quantità la clorofilla, pigmento che gli conferisce la colorazione verde, dalle proprietà depurative. La lattuga ha anche un blando effetto sedativo.
•    Ananas. Contiene bromalina e altri enzimi che favoriscono la digestione delle proteine, stimolano la circolazione e prevengono le infiammazioni. Ha un effetto diuretico e anticellulite.Non consumatelo per lunghi periodi.
•    Sedano. Contiene, come menta e scorza di limone, terpeni, sostanze aromatiche che rinforzano le difese immunitarie e hanno un’azione tonificante. È ricco di vitamine del gruppo B importanti per la migliore utilizzazione dei carboidrati, e l’equilibrio del sistema nervoso e la salute della pelle.
•    Fagioli azuki. Parenti della soia, rispetto alla quale contengono meno grassi, hanno effetti diuretici, disintossicano e aiutano a prevenire la stipsi. Sono altamente proteici e, abbinati ai cereali, fanno da piatto unico equilibrato e sostanzioso.

Otto giorni per disintossicarsi

Mattino
1-2 tazze di decotto di cardo
3 fette d’ananas
3-4 fette biscottate integrali
1 cucchiaino di miele
1 bicchiere di spremuta di mandarini o clementine

Pranzo
1 porzione di cereali (preferibilmente riso bollito)
1 piatto di verdure cotte a vapore, stufate, ai ferri o bollite (in particolare scorzonera, lattuga, broccoli, cavolo verza, carote, indivia, sedano e radicchio trevisano)

Pomeriggio
Infuso di menta
2-4 fette d’ananas e/o 1-2 clementine

Cena
1 piatto di minestra di verdure con una piccola porzione di riso bollito
1 porzione di pesce a vapore, ai ferri o al cartoccio
Oppure
1 uovo alla coque o in camicia
Oppure
50-60 grammi di legumi ammollati e lessati (in particolare fagioli azuki)
1 porzione di verdura

Prima di coricarsi
Infuso di tiglio e camomilla

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome