Erbe e spezie contro il raffreddore


Il “colpo di freddo”, caratterizzato da brividi, dolore alle ossa, testa congestionata e dolente, talora febbre e tosse è il tipico attacco influenzale causato dal clima umido e freddo e si cura con semplici accorgimenti che possiamo scegliere tra i vecchi rimedi naturali e un po’ di buon senso.

Se si è preso freddo, occorre semplicemente stimolare l’organismo a produrre meccanismi di riscaldamento, provocare una forte traspirazione, stimolare le difese, alleviare la tosse e il raffreddore. Il primo provvedimento per riscaldarsi è utilizzare le bevande a una buona temperatura, il secondo è utilizzare le giuste erbe. Se la febbre non è alta o persistente, questi rimedi in uno o due giorni permetteranno di superare questo inconveniente fastidioso, ma non grave.
Il trattamento consiste nel bere tisane, a temperatura molto calda (quella che si riesce a sopportare), preparate con piante sudorifere allo scopo d’indurre una forte sudorazione, riscaldare l’organismo, eliminare le tossine, sciogliere il catarro che ha bloccato l’epitelio delle prime vie aeree che, con il suo movimento ondulatorio, allontana il pulviscolo e i germi inalati.

Advertisement

Le piante giuste

Le piante sudorifere, in termine tecnico definite “diaforetiche”, sono il sambuco e il tiglio e di entrambe si usano i fiori. Il loro sapore è dolcissimo e sono indicate per ogni età, compresi i lattanti e gli anziani, anche abbinate a una terapia farmacologica (diabete, ipertensione…). Per gli adulti è possibile ricorrere anche a piante dall’azione più complessa: menta, pino, eucalipto, rosmarino, santoreggia, timo, alloro, cannella, chiodi di garofano, zenzero.
In questo caso l’azione è completata dalla presenza di sostanze che svolgono queste importanti azioni:
•    Stimolante (menta, rosmarino e santoreggia)
•    Antispasmodica sia per l’azione sedativa sulla muscolatura bronchiale sia per ridurre la pesantezza di testa (menta e alloro)
•    Balsamica e antisettica per combattere la tosse e la secrezione catarrale (pino, eucalipto, timo).
•    Batteriostatica verso i comuni virus influenzali e del raffreddore (cannella, chiodi di garofano, zenzero).

Queste piante si possono usare in infusione caldissima oppure come oli essenziali puri per inalazioni calde e frizioni su fronte, collo e petto dopo averli diluiti in olio di mandorle dolci.
Per ultime vengono le bevande a base di vino caldo, il noto “vin brulé” cioè vino bruciato, cotto, caldo.
In questo caso l’alcol presente nel vino assolve una funzione duplice: riscalda, anche se solo momentaneamente, e porta in soluzione una maggiore quantità di oli essenziali: perciò nel vino si fanno bollire cannella e chiodi di garofano e non tiglio o sambuco!

Vino brulé semplice
1 bicchiere di vino rosso
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di miele
Versare il vino in un pentolino e scaldarlo insieme al rosmarino. Quando bolle, con un cerino acceso, dare fuoco ai vapori dell’alcol. Tenere acceso fino a quando la fiamma si spegne; filtrare, dolcificare con miele e bere caldo.

La ricetta più semplice
1 cucchiaio di miele
Il succo di 1 limone
Versare miele e limone in una tazza d’acqua caldissima e bere subito prima di coricarsi.

Infuso normale
1 cucchiaio di sambuco fiori
200 g d’acqua
1 cucchiaino di miele
Quando l’acqua bolle versare i fiori di sambuco e spegnere. Mescolare ogni tanto e tenere in fusione per 10 minuti. Filtrare, dolcificare con il miele e bere subito prima di coricarsi.

Infusi forti
1 cucchiaio e ½ di sambuco fiori
2 cucchiai di tiglio fiori
Mezzo limone
Mettere in infusione 250 ml d’acqua bollente per 10 minuti. Filtrare, aggiungere il succo di mezzo limone, bere caldo, e coricarsi subito ben coperti per facilitare l’abbondante sudorazione.

1 cucchiaio di menta piperita foglie
2 cucchiai di sambuco fiori
Mezzo limone
1 cucchiaio di miele
Infondere menta e sambuco per 10 minuti in  200 ml di acqua bollente. Filtrare, aggiungere il succo di mezzo limone, dolcificare col miele e bere caldo.

Ricetta balsamica
1 cucchiaino di pino gemme
1 cucchiaio di eucalipto foglie
1 cucchiaino di miele
Versare le erbe in 250 ml d’acqua bollente. Durante il tempo d’infusione inalare i vapori; filtrare, dolcificare col miele e bere prima di coricarsi.

Ricetta esotica
2 cucchiai di zenzero in polvere
oppure 3 cucchiai di zenzero fresco
miele q.b.
bollire 300 g d’acqua con lo zenzero in una teiera, filtrare e aggiungere un cucchiaio di miele e bere caldo.


Erbe e spezie contro il raffreddore - Ultima modifica: 2010-12-09T00:00:00+01:00 da Redazione
Erbe e spezie contro il raffreddore - Ultima modifica: 2010-12-09T00:00:00+01:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome