Strano ma vero: un menu amico dei vegetariani fa mangiare più carne


 

Lo sappiamo, chi è vegetariano o vegano può trovare fastidioso trovare mescolati i piatti di carne con quelli a base vegetale. Tuttavia al ristorante, indicare i piatti vegetariani in una parte dedicata del menu, farebbe scegliere più spesso i piatti a base di carne in chi non è vegetariano stretto. Questo è uno degli inaspettati risultati ai quali sono arrivati i ricercatori della prestigiosa London School of Economics and Political Science, autori di un interessante studio appena pubblicato sulla rivista Appetite.

L’obiettivo iniziale dei ricercatori era quello di valutare su come favorire scelte alimentari più amiche dell’ambiente come quella vegetariana.  Hanno perciò escluso vegetariani e vegani (la cui posizione è già nota) e valutato in una serie di test con diversi menu non solo le reazioni delle persone che mangiano frequentemente cibo vegetariano ma anche coloro che scelgono molto di rado piatti senza carne.

E hanno scoperto che riunire i piatti vegetariani in una sezione separata non ha avuto un effetto significativo sulle scelte a tavola dei carnivori impenitenti. Ha invece sortito un effetto negativo sulle persone che – pur non essendo vegetariane al 100% - ordinano spesso pietanze verdi al ristorante. Ebbene, meno della metà di queste persone ha scelto un'opzione vegetariana quando la sezione veggie era separata. Preferendo carne o pesce.

In altre parole, si è ridotta la percentuale di persone che hanno scelto un'opzione vegetariana proprio grazie ai menu che nelle intenzioni dei ristoratori volevano favorire un’alimentazione più eco-fiendly.

Per incrementare una scelta verde, si è anche provato a dare più importanza ai piatti, ad esempio presentandoli come specialità del giorno. I ricercatori hanno scoperto che la presentazione di un piatto vegetariano "raccomandato dello chef" o con una descrizione più accattivante ha fatto crescere la percentuale dei carnivori stretti che lo hanno scelto. Ma, ancora una volta, questi effetti positivi non si sono verificati nei mangiatori abituali di piatti vegetariani. I ricercatori suggeriscono che questo effetto potrebbe essere dovuto a meccanismi di tipo psicologico secondo i quali chi mangia spesso cibo vegetariano si sente più a posto con la coscienza e quindi moralmente autorizzato a fare scelte più trasgressive al ristorante, con cibi più desiderati anche se meno salutari.

Linda Bacon, uno degli autori dello studio ha così concluso: "I ristoranti possono avere un impatto positivo sull'ambiente incoraggiando i loro clienti a scegliere più alimenti a base vegetale e meno piatti di carne, ma i nostri risultati suggeriscono che gli stessi menu possono esercitare effetti opposti sulle persone. I ristoratori potrebbero quindi avere bisogno di sperimentare fino a trovare il modello più efficace di menu per la loro specifica clientela."

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome