Celiachia: il glutine diventerà amichevole?


Una buona notizia per gli intolleranti al glutine. Nei mesi scorsi l’Università di Foggia ha divulgato la notizia che un gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell'ambiente ha depositato la titolarità italiana e internazionale di un nuovo metodo in grado di modificare le proteine del glutine in modo da evitare nei soggetti celiaci la tipica reazione infiammatoria. Già da anni in vari laboratori europei si provava a modificare le farine del grano attraverso l’opera di enzimi, ma la scoperta di Foggia si presenta più innovativa in quanto la trasformazione è dovuta a un trattamento chimico-fisico (acqua e microonde per pochi secondi) applicato sulla granella prima della molitura. Inoltre, tale trattamento non influenza negativamente le proprietà tecnologiche delle farine permettendo, quindi, la preparazione di prodotti assimilabili per gusto e aspetto a quelli comunemente utilizzati nell'alimentazione mediterranea. Non è un caso che questa lavorazione sia stata brevettata dall’Università di Foggia come UniFg Gluten Friendly; le trattative per la commercializzazione sono cominciate ma ancora non se ne conosce l’esito.

Nell'attesa di conoscere ulteriori sviluppi, ecco la ricetta di una pizza ai funghi (perfetta per l'autunno) preparata con farine naturalmente senza glutine, tratta da questa interessante scuola da cucina su pane e focacce gluten free. Da provare!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome