Il gelato nuvola è una crema di frutta senza latte e derivati, senza glutine, senza banana (non è un nana ice-cream), senza soia e senza acqua faba.
La consistenza è proprio quella di una nuvola: soffice, leggerissima, pannosa, ma che rimane compatta. Una coppetta equivale a 40 calorie.

Due soli ingredienti e la dose di zucchero che voi preferite: vi consigliamo tra i 40 e i 70g, a seconda del vostro palato.

Advertisement

Questo gelato utilizza l'albume crudo: per questo motivo è importante tenere presente le stesse accortezze rispetto ai tiramisù o alle maionesi, ricette in cui viene utilizzato l'uovo crudo, sconsigliato ad esempio a chi è in gravidanza.

Difficoltà: facile
10 minuti
5 ore freezer

Ingredienti

Per persone

Istruzioni

  1. Lavate e tagliate le fragole a pezzetti. Radunatele in una vaschetta o recipiente foderato con carta da forno e congelate in freezer coprendolo con pellicola, per almeno 4-5 ore o tutta la notte. Con un frullatore potente, frullate le fragole congelate dopo il tempo di riposo.
  2. Trasferite in un'ampia ciotola e aggiungete quanto zucchero volete, da 40 a 70g a seconda del vostro palato. Aggiungete anche i due albumi.
  3. Con le fruste elettriche iniziate a montare il composto. Inizialmente vedrete una salsa di fragole che poi in 8-10 minuti diventerà panna montata alla fragola.
  4. Gelato nuvola
    Servite subito oppure conservate in frigorifero. Il gelato in frigo rimane compatto per qualche giorno. Potete utilizzare questa crema come farcitura per le torte fatte con il pan di spagna.

Note

Torta velocissima di granola
Croccante granola e fragole

Per una colazione di muesli, frutta e yogurt provate questa tart leggera alle fragole!

Voti: 8
Valutazione: 5
Tu:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa

Gelato nuvola - Ultima modifica: 2021-05-07T03:09:48+02:00 da Chiara Fumagalli
Gelato nuvola - Ultima modifica: 2021-05-07T03:09:48+02:00 da Chiara Fumagalli