Questo l'ho fatto io
Latti vegetali fai da te

3.3 | 7 voto/i

Prepararsi svariate bevande e latti vegetali casalinghi risulta molto più semplice e veloce di quanto si pensi. In più si possono personalizzare utilizzando solo ingredienti salutari. Mica male, no?

I latti vegetali si ottengono da diversi alimenti come cereali, frutta a guscio o frutta secca. Per legge, solo quelli di mandorla e di cocco possono essere definiti così, oltre ai latti di origine animale ovviamente, perché fanno riferimento a denominazioni e preparazioni tradizionali. Tutti gli altri vanno invece commercializzati con la dizione “bevanda”.

Quelle più difficili da ottenere in casa con risultati simili ai prodotti industriali sono senza dubbio le bevande a base di cereali, ad esempio di riso o farro. Ciò perché vengono sottoposte a lavorazioni complesse con temperature ed enzimi che trasformano gli amidi in zuccheri: ecco spiegato il sapore spiccatamente dolce e la consistenza omogenea, non riproducibili a livello domestico. Fa eccezione la bevanda ai fiocchi di avena, che perciò troverete in questo articolo. E in effetti, tutte le ricette selezionate, oltre che molto buone, sono davvero facili, in modo che la loro preparazione domestica risulti ancora più invitante.

Ricette homemade

Latte di cocco

Per 1 litro: 200 g di cocco essiccato o rapè (non usate la farina che è meno grassa), sale; miele, zucchero (facoltativo).

1. Portate un litro d’acqua a 80 °C. Questo passaggio è importante perché con l’acqua a temperatura ambiente il composto tenderebbe a solidificarsi, rendendo difficile poi il filtraggio.
2. Frullate il cocco essiccato con l’acqua calda e un pizzico di sale. Quindi filtrate subito il tutto col metodo che preferite. Se volete potete addolcirlo leggermente con miele, zucchero o altro a piacere. Versate il latte in una bottiglia o un barattolo chiuso e tenetelo in frigo. Se non lo finite prima, dopo uno-due giorni il latte tenderà a separarsi e la parte superiore a solidificarsi. Potete rimuoverla e usarla come olio di cocco per le vostre ricette oppure scaldarla e miscelarla alla parte liquida.

Latte di mandorle classico

Per 1 litro: 100-200 g di mandorle pelate (la quantità è variabile in base al risultato che volete ottenere, più leggero o più corposo e ricco), sale.

1. Mettete a bagno in acqua le mandorle per almeno 12 ore.
2. Scolate le mandorle e versatele nel mixer con 300 ml d’acqua e un pizzico di sale. Iniziate a frullare e, un po’ per volta, aggiungete altra acqua fino a arrivare a un litro in totale.
3. Filtrate il latte, quando sarà liscio e omogeneo, con il metodo che preferite, e travasatelo in una bottiglia ben pulita da chiudere e sistemare in frigorifero.

Bevanda di fiocchi di avena alla vaniglia

Per 1 litro: 100 g di fiocchi d’avena, la punta di un cucchiaino di vaniglia naturale in polvere, sale; miele, datteri, zucchero o altro per dolcificare (facoltativo).

1. Lasciate ammorbidire per 15 minuti i fiocchi di avena in acqua calda.
2. Scolateli e frullateli per qualche minuto nel mixer con un litro d’acqua, un pizzico di sale e la vaniglia. Alla fine dovete ricavare una bevanda omogenea. Se desiderate addolcirla aggiungete, ad esempio, poco miele, un dattero grande o una leggera spolverata di zucchero.
3. Filtrate finemente il frullato versandolo in una bottiglia chiusa da conservare in frigorifero.

Bevanda di nocciole velocissima

Per 1 litro: 3 cucchiai di crema di nocciole al 100% (in vendita nei negozi di alimentazione naturale, 1 dattero medjoul (facoltativo), sale.

1. Riunite nel mixer (o nel bicchiere del frullatore a immersione) la crema di nocciole, se piace il dattero a pezzi e un pizzico di sale.
2. Frullate il tutto per qualche minuto fino a ottenere una consistenza omogenea. A questo punto potete filtrare il tutto per renderlo ancora più liscio. Versatelo in una bottiglia pulita, chiudetela e mettetela in frigorifero.

4 vantaggi del fai da te

1. Gusto su misura. A casa vi sarà possibile diminuire o evitare completamente gli zuccheri aggiunti o altri ingredienti non indispensabili, quali oli o (troppo) sale.

2. Più ricchezza. Potete scegliere una maggiore densità e relativa presenza della frutta a guscio, godendo ancora di più delle sue virtù nutrizionali.

3. Meno rifiuti. Potete riutilizzare contenitori di vetro o altro materiale che possedete già senza acquistare continuamente confezioni in tetrapak che andranno smaltite.

4. Pronto utilizzo. Non dovrete correre al supermercato se vi occorre la bevanda ma basterà aprire la dispensa e in 20 minuti (tranne quando serve l’ammollo) sarà pronta.

 

3.3 | 7 voto/i

Latti vegetali fai da te - Ultima modifica: 2020-03-19T09:33:29+00:00 da Sabina Tavolieri
Latti vegetali fai da te - Ultima modifica: 2020-03-19T09:33:29+00:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome