Frutta tutto l'anno
Come conservare le fragole

5 | 2 voto/i

La freschezza delle fragole dura poco ma se messe sotto vetro oppure nel freezer si trasformano in un favoloso ingrediente da sfruttare a lungo

Non abbiamo certo bisogno di sapere quanto sono buone le fragole per farne grandi scorpacciate, ma come fare quando la loro stagione arriva alla fine? Non disperate, esistono alcuni modi semplici, naturali e veloci per poterle gustare più a lungo!

Ecco come congelare le fragole fresche

1. Partite da fragole freschissime, intatte e senza macchie. Lavatele in acqua leggermente tiepida, sistematele ad asciugare su un panno pulito o su carta da cucina.

2. Eliminate i piccioli solo a questo punto, poi adagiatele distanziate in un vassoio e disponetele nel congelatore, intere o divise in 4 spicchi.

3. Sistemate le fragole, una volta indurite e rigide, negli appositi sacchetti per alimenti o, meglio, in un contenitore rigido che regga il freezer. Chiudetele e conservatele per non oltre i 3 mesi.

4. Prelevate solo le fragole che vi occorrono e usatele ancora ghiacciate per realizzare composti freddi: dai sorbetti alle salse per dessert. Oppure inseritele come ingredienti da cuocere per creme, farce dolci, gelatine e molto altro.

Purè di fragole ghiacciato

Per circa 450 g: 500 g di fragole, 100 g di zucchero di canna, 1 limone.

Ricavate dal limone un cucchiaino di scorza grattugiata e spremetene metà. Amalgamate lo zucchero con la scorza. Riducete le fragole in tocchettini e mescolatele al succo e allo zucchero, poi stendete il tutto in una casseruola piuttosto larga, in modo che la cottura sia velocizzata al massimo. Fate cuocere a calore alto per 5-10 minuti al massimo, facendo addensare la frutta il più rapidamente possibile e mescolando spesso. Levate dal fuoco e lasciate raffreddare completamente. Frullate brevemente le fragole riducendole in purè. Poi distribuitelo, a piacere, nelle vaschette per il ghiaccio oppure in bicchierini da caffè compostabili usa e getta o altri piccoli contenitori simili. Coprite il tutto e conservate le miniporzioni nel freezer fino a 3 mesi.

Composta di fragole e datteri

Per 2 vasetti da 300 ml: 500 g di fragole, 160 g di datteri snocciolati (circa 250 g interi), 2 cucchiai di zucchero di canna, mezzo limone, 1 cucchiaino di agar agar, vaniglia in polvere.

Mondate le fragole, tagliatele a cubettini e in una ciotola mescolatele bene insieme allo zucchero e al succo del limone. Quindi lasciatele marinare per circa 15 minuti. Eliminate, nel frattempo, con uno spelucchino la pellicina superficiale dei datteri, poi riduceteli in pezzetti e disponeteli in una ciotola. Versatevi sopra il succo rilasciato dalle fragole, aiutandovi con un colino, in modo che i datteri risultino bene irrorati. Poi tenete le fragole nel colino posato sui datteri e lasciatele colare per altri 20-30 minuti, mescolandole ogni tanto. Immergete i vasetti in una pentola con acqua fredda, portatela e ebollizione e sterilizzateli per 20 minuti insieme ai tappi, quindi travasateli capovolti in un canovaccio pulito e lasciateli asciugare. (Saltate questa operazione se utilizzate vasi e coperchi già sterilizzati). Frullate i datteri insieme a un terzo delle fragole ottenendo una passata uniforme da mescolare con le restanti fragole, l’agar agar e un pizzico di vaniglia. Se non gradite i pezzi di frutta, frullate da subito tutte le fragole. Versate il composto ottenuto in una casseruola e fatelo sobbollire per 5 minuti a calore medio. Trasferitelo, quindi, nei vasetti e chiudeteli bene con il coperchio. Quindi sterilizzateli una seconda volta mettendoli in una pentola d’acqua e facendoli bollire per 25 minuti. La seconda sterilizzazione non è necessaria se pensate di mangiare la composta, conservandola in frigo, nel giro di qualche giorno.

Come lo conservo
Tenete i vasetti di composta in un luogo molto fresco o, in alternativa, nella parte bassa del frigorifero fino a 3-4 mesi. Una volta aperti, consumateli entro una settimana.

Come conservare le fragole - Ultima modifica: 2020-06-03T08:40:02+00:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome