Lo coltivo da me
SOS plant sitter

Plant sitter
5 | 2 voto/i

State per partire per le vacanze e non sapete a chi lasciare le vostre amate piante? Oggi potete lasciarle a persone esperte e appassionate quanto voi. Ecco come trovarle

Le abbiamo curate per tutto l’anno, le nostre amate piante, e ora all’idea di lasciarle per qualche settimana siamo già in fibrillazione. C’è chi chiede aiuto all’amica, al fratello, alla portinaia, ma non sempre sono disponibili o affidabili. Per fortuna comincia a farsi largo un nuova figura professionale, fatta di persone preparate e dotate di pollice verde. Dopotutto le piante sono i nuovi pet, dopo il dog sitter era inevitabile l’arrivo dei plant sitter.
Ma ci sono anche appassionati che hanno deciso di reinventarsi con il plant sitting, approfondendo quella che era solo una passione. Nelle maggiori città ce ne sono parecchie. Eccone alcune, ma se nessuna di queste è vicino a casa vostra non disperate. Provate a rivolgervi ai fioristi e ai vivai vicino a casa vostra, spesso svolgono un servizio di plant sitting anche senza pubblicizzarlo, dal momento che hanno sia gli spazi che le conoscenze o conoscono qualcuno disponibile a fornire il servizio.

A Torino c’è The Plant Sitter, vale a dire Valentina Paracchi. È stata la prima a rendersi conto che c’era una nuova sensibilità nei confronti del mondo vegetale. Così dopo aver perso il lavoro ha deciso di approfondire le sue conoscenze: prima ha preso un diploma di giardiniera, poi ha seguito un master in Green Design. Oggi è progettista del verde ma, soprattutto d’estate, è anche molto plant sitter. Con lei sarete sicuri di ritrovare le vostre piante meglio di come le avete lasciate: non si limita a innaffiare, fa anche trattamenti e potature, insomma una vera remise en forme per i vostri pet vegetali. Potete portare le vostre piante da lei o chiederle di venire a casa vostra.

Advertisement

A Milano c’è Plant Sitting Milano, cioè Alessandra Dolci, progettista del verde per i giardini della città, sempre pronta a dare una mano a chi non sa a chi affidare le piante. Viene a casa vostra e si prende cura di loro mettendo a frutto la sua pluriennale esperienza. Anche in questo caso le piante non vengono solo innaffiate ma anche concimate e curate in caso di parassiti. Con qualche consiglio al vostro ritorno su come farle star meglio da allora in poi. E se siete padroni ansiosi, vi manderà anche qualche foto durante le vacanze per rassicurarvi sulla salute delle piante

A Bologna c’è Senape, è un vivaio nel centro della città. Non vendono solo piante d’appartamento e da esterno, la loro missione è quella di aiutare le persone a rendere il mondo più verde. A partire dalla vostra casa, o giardino, terrazzo, balcone e perfino davanzale. Per questo fanno corsi, consulenze e plant sitting. Potete portare i vasi presso di loro oppure richiedere il servizio di innaffiature a domicilio, sia per le piante da interno che da esterno.

A Livorno c’è Lovely Plant Sitter. Nata da un’idea di Marina Ciatti, appassionata di natura, la sua azienda si occupa di giardinaggio a tutto tondo, ma in questo periodo il servizio più richiesto è il plant sitting. Si offre di andare a curare il vostro giardino o terrazzo durante le vacanze. Oltre alle innaffiature, promette anche tante coccole biologiche, il tipo di coltivazione che preferisce.

A Roma c’è Clorofillab, un piccolo laboratorio aperto da Elisa Filipponi, una appassionata di verde, che ha quasi 200 piante, tutte in splendida forma, e che ha iniziato da poco a fornire questo servizio. Sarà soprattutto lei a venire a casa vostra per innaffiarle e curarle durante tutta la vostra assenza. Si occupa anche di cat sitting, quindi se oltre alle piante avete anche gatti, avete fatto bingo. Elisa ha un feeling particolare con i felini.

In tutta Italia o quasi c’è Le Cat e Dog sitter. Il servizio è nato nella capitale e poi si è diffuso in tante altre città italiane (Monza, Brescia, Varese, Pavia, Genova, Torino, Firenze, Napoli). Nel tempo è diventato un portale che raccoglie persone referenziate e amanti soprattutto degli animali. La maggior parte di loro però si prestano anche alla cura delle piante. Non sempre si tratta di giardinieri provetti, ma durante la vostra assenza i vostri esemplari avranno di sicuro l’acqua di cui hanno bisogno. E ogni 2/3 giorni ve lo proveranno mandandovi anche delle foto.

 

5 | 2 voto/i

SOS plant sitter - Ultima modifica: 2022-07-22T08:23:54+02:00 da Sabina Tavolieri
SOS plant sitter - Ultima modifica: 2022-07-22T08:23:54+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome