Lo coltivo da me
Lantana, la regina delle sfumature

4.7 | 3 voto/i

I suoi capolini multicolori ci affascinano, la sua robustezza ci rassicura e in più ci protegge anche dalle zanzare. Cosa vogliamo di più dalla lantana?

Fino a qualche anno fa la trovavate soprattutto al Sud. Grandi cespugli di fiori giallo arancio che sbocciavano ininterrottamente per tutta l’estate e oltre. Era la Lantana camara, originaria del Sudamerica ma ambientata splendidamente nel nostro Paese, tanto da diventare un problema per quanto era invasiva. Quelle che invece si trovano in vendita adesso sono degli ibridi della Lantana sellowiana.

Sono questi ad aver colonizzato anche il Nord, dove però spesso vengono usati come annuali. Questa specie non è un cespuglio, ma una ricadente dai grandi rami flessuosi e non si moltiplica a dismisura. I capolini formati da tanti piccoli fiorellini possono avere mille sfumature di giallo, ma anche di lilla, violetto e bianco. Il mix di colori è davvero affascinante perché il colore dei fiorellini varia molto anche all’interno del singolo capolino e ognuno è diverso dall’altro. Le foglie sono talmente perfette da sembrare disegnate e sono anche profumate.

Advertisement

A noi umani questo aroma piace ma molti insetti lo trovano ripugnante e così si allontanano. In questo modo protegge noi dalle zanzare e le nostre piante dai parassitie. Ma non è solo questo il motivo per cui dovremmo tenerli sul nostro balcone. È una pianta robusta, esuberante, che non si ammala quasi mai. E se la trattate bene vi ricambierà con una quantità di fiori stupefacente. Cresce velocemente, per mantenere l'armonia della composizione meglio dare una potatina ogni tanto. Se invece la sua casa sarà il giardino usatela per tappezzare un angolo difficile, riesce a ingentilire anche il posto più anonimo.

Come si sceglie e come si cura

L'acquisto
Verificate che non abbia foglie gialle, che sia sana, fiorita e con tanti boccioli.

L'esposizione
Se volete che la fioritura è abbondante e continua mettetela al sole. Cresce anche all'ombra ma in questo caso sono le foglie a prendere il sopravvento. Ha bisogno di molta luce, ma non ama il vento, se potete preferite un angolo riparato.

Il terreno
Non ha esigenze particolari: se la piantate in vaso scegliete pure un buon terriccio universale, se invece la mettete in giardino rendete più leggeri i terreni molto compatti con un po' di sabbia di fiume grossolana, o con della pomice.

Il vaso
Meglio optare per la terracotta, la mantiene fresca più a lungo. In genere la vendono in contenitori da 16 centimetri di diametro, per il rinvaso scegliete un contenitore di massimo 26-28 centimetri, altrimenti favorite i ristagni idrici. Se volete valorizzarla, mettetela in una ciotola appesa, per esaltare i rami lunghi, ricadenti e pieni di fiori.

L'annaffiatura
È l'unico aspetto che richiede attenzione, perché se le fate soffrire la sete farà meno fiori, ma se esagerate con l’acqua rischiate di danneggiare le radici, che possono addirittura marcire. Attenti all’ingiallimento delle foglie è il primo sintomo di sofferenza. Il segreto è innaffiare poco e spesso, specie se la coltivate in vaso.

Le cure
Se durante l’estate diventa poco vitale, sostenetela con un cucchiaino di concime per piante da fiori a lento rilascio e a fine stagione potatela drasticamente. Se vivete al Nord e volete salvarla per l’anno prossimo, mettetela al riparo con i primi freddi. Ha bisogno di un posto luminoso e non troppo caldo, oppure potete coprirla con un tessuto non tessuto. Se vivete al Sud lasciatela pure dov’è, i suoi frutti daranno da mangiare agli uccellini del vicinato. Attente però le sue bacche nere per noi sono velenose.

 

 

4.7 | 3 voto/i

Lantana, la regina delle sfumature - Ultima modifica: 2022-06-17T12:47:06+02:00 da Sabina Tavolieri
Lantana, la regina delle sfumature - Ultima modifica: 2022-06-17T12:47:06+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome