Beauty hands
Dry manicure e smalti naturali per unghie belle e sane

dry manicure
5 | 1 voto/i

Per una mano curata, le unghie giocano un ruolo di primo piano ed una manicure a regola d’arte, oggi sempre più utilizzata nella sua versione a secco, termina con l’applicazione dello smalto. Avete mai pensato a cosa contiene? Qui una selezione di versioni eco-bio

Nella beauty routine delle mani, oltre che porre attenzione su creme che siano formulate in modo non aggressivo per la pelle, sarebbe opportuno scegliere smalti senza sostanze tossiche.

Oltre che non far respirare l’unghia, l’aggressività di certi elementi è dannosa per la salute umana, sia a causa del contatto con l’unghia che li assorbe sia per l’inalazione dei VOC, Organic Volatile Compoud, i composti con grande velocità di evaporazione.

Advertisement

Dry manicure

Il passaggio precedente all’applicazione dello smalto è la manicure. Oggi è sempre più in voga la sua versione “dry”, chiamata anche “russa” o “a secco”. In pratica, non si vanno ad immergere le unghie nell’acqua per ammorbidire la pelle prima delle operazioni di pulizia e limatura, ma si utilizza una fresa elettrica per unghie nella quale vengono intercambiate diverse punte per sollevare, rimuovere e levigare le cuticole.

Si tratta di un tipo di manicure più funzionale all’applicazione di smalto semipermanente o alle operazioni di ricostruzione di unghie in gel poiché, senza aver assorbito acqua, l’unghia permette una migliore adesione dei prodotti.

Una nota glamour: i colori che andranno di moda nell’autunno 2022 saranno il cioccolato fondente, il tortora e perdurerà il rosa carne, nuance che ha spopolato nell’estate appena terminata.

Smaltio bio

L’assenza di sostanze nocive e con una bassa percentuale di ingredienti chimici è verificabile attraverso la lista degli ingredienti che si trova sulla boccetta dello smalto. Spesso non si pensa di consultarla, specie per i caratteri davvero piccoli, quasi illeggibili, ma si tratta di una pratica molto importante per garantire la salute delle proprie unghie, e non solo.

Come scegliere il prodotto giusto? Negli smalti naturali c’è una percentuale di ingredienti naturali molto alta, oltre il 70% e, tipicamente, sulla boccetta è indicata l’assenza “free” degli elementi pericolosi.
Con il termine 12-FREE, per esempio, si indica uno smalto naturale completamente privo di 12 diverse sostanze nocive come formaldeide, ftalati, Dibutyl Phthalate (DBP), toluene, resina formaldeidica, canfora, xilene, etil-tosilammide, alcol, parabeni, glutine e trifenilfosfato. Quest’ultimo può addirittura provocare disfunzione del metabolismo e scompensi ormonali.

In linea con la loro filosofia naturale, di solito gli smalti bio sono anche vegan, sostenibili e cruelty free, chiamati anche vegan friendly. Sono cosmetici che non contengono alcun ingrediente di origine animale, ad esempio lanolina, miele, cera d’api, collagene, albume e gelatina, così come i pennelli utilizzati per stendere il prodotto.

Una selezione di smalti naturali 

  1. Lepo – Good nature
    È una nuova generazione di smalto per unghie formulato con polimeri provenienti da fonti di origine vegetale che conferiscono allo smalto massima resistenza e lucentezza. Ha una filosofia formulativa etica ed eco-friendly: contiene minimo 75% ingredienti di origine naturale: è senza toluene, formaldeide e ftalati, NICKEL TESTED e VEGAN OK. Contiene, inoltre, un filtro solare che protegge l’unghia dall’ingiallimento.

 

 

 

2. Zao – Essence of nature
Disponibile in 12 colori espressivi, di cui 11 vegani, contiene olio di bambù, che rafforza  e cura le unghie. Il pennello extra largo facilita l'applicazione e la confezione è stata          progettata per essere il più sostenibile possibile: una bottiglia di vetro con un coperchio di bambù.

 

 

 

3. Nailberry - L'Oxygene
La palette di colori L'Oxygéné è traspirante, permeabile all'acqua e all'ossigeno. Cosa significa? In pratica, lascia passare l'ossigeno che permette di far respirare l'unghia, garantendone una crescita sana. Gli smalti sono certificati Halal, vegan e senza glutine. Tutti gli smalti Nailberry sono 12-FREE, ovvero privi dei 12 ingredienti degli smalti classici che possono danneggiare la salute.

 

 

 

  1. Delia Cosmetics - Bio Green Philosophy
    Lo smalto contiene fino all’ 80% di ingredienti di origine naturale e i solventi sintetici sono sostituiti da bio solventi prodotti da barbabietola e canna da zucchero. Lo smalto è stato pensando anche con un occhio di riguardo al comfort: si applica molto facilmente e in modo uniforme grazie ad un pennello con setole fitte a 880 peli. Inoltre, è vegano e offre una finitura estremamente luminosa.

 

 

 

  1. Benecos – Happy Nails
    È uno smalto formulato con più del 90% di ingredienti di origine naturale, derivati da materie prime biologiche e rinnovabili. Vegano, senza parabeni e silicone, non testato sugli animali, ha come principi attivi l’olio di avocado e la biotina. Inoltre, gli smalti sono arricchiti con ingredienti nutrienti come l'olio di semi di mela, che è un sottoprodotto della produzione del sidro francese. La formulazione a base vegetale è traspirante, permeabile all'acqua ed è garantita l'assenza di ben 20 ingredienti nocivi.

 

 

5 | 1 voto/i

Dry manicure e smalti naturali per unghie belle e sane - Ultima modifica: 2022-09-19T12:44:05+02:00 da Sabina Tavolieri
Dry manicure e smalti naturali per unghie belle e sane - Ultima modifica: 2022-09-19T12:44:05+02:00 da Sabina Tavolieri

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome