Il treno biologico è partito (e nessuno lo ferma più)


E’ il titolo di un convegno, organizzato da Assobio, l’associazione dei trasformatori e dei distributori biologici che aderisce a Federbio, che si svolgerà il 17 gennaio a BolognaFiere in occasione di Marca il Salone internazionale sui prodotti a Marca del Distributore

A Bologna Fiere all’interno di Marca , il Salone internazionale sui prodotti a Marca del Distributore alle ore 14.30 di mercoledì 17 gennaio alla Sala Bolero, Centro Servizi - Blocco B,  AssoBio, l'associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, organizza il convegno “Il treno biologico è partito (e nessuno lo ferma più)” .

Il programma – si legge nella presentazione del convegno  - prevede l’introduzione del presidente di AssoBio Roberto Zanoni, la presentazione dei dati di mercato 2017 da parte di Silvia Zucconi, responsabile Marketing intelligence Nomisma e quella del pacchetto di servizi disponibile per le imprese da parte di Paolo Carnemolla, presidente di FederBio servizi.

L’intervento di Nomisma coprirà il canale specializzato e la GDO, sulla base dei dati Nielsen al 30 novembre.

Ne anticipiamo solo qualcuno (per averli tutti, tocca partecipare al convegno!).

  • vendite nella distribuzione moderna (12 mesi terminanti 30 novembre 2017) di prodotti biologici a peso imposto 1.449 milioni (+16.6%, contro il +4.1% del totale alimentari);
  • aumento delle vendite in valore (solo iper + supermercati) +166 milioni, con un contributo del 12% alla crescita dell’alimentare;
  • assortimenti in aumento del 24%;
  • share della marca del distributore costante (41.0% contro 41.3%, crescita in valore del 15.2%);
  • famiglie acquirenti abituali (almeno un acquisto a settimana) 5.2 milioni, 21% delle famiglie italiane, crescita di 0.84 milioni nell’ultimo anno...

Il biologico offre eccellenti opportunità di diversificazione alle imprese di marca e ai produttori a MDD, ma non è un mercato come gli altri: richiede approccio e competenze del tutto particolari.

È il motivo per cui, su sollecitazione delle imprese socie (85 leader del mercato biologico, con un fatturato complessivo ben superiore al miliardo di EUR), AssoBio, insieme all'organizzazione interprofessionale di settore FederBio ha dato vita a una struttura di servizi specialistici per affiancarle.

Sono così a disposizione delle imprese che vogliono cogliere appieno le opportunità del biologico servizi per l’identificazione e selezione dei fornitori e per la verifica di quelli esistenti, accreditamento e qualificazione, assistenza alla certificazione, audit di secondo livello, protocolli e standard di conformità, disintermediazione per efficientamento della supply chain, analisi delle filiere, individuazione ambiti di efficientamento, programmi di formazione customizzati di base e advanced per singole imprese, formazione dei fornitori, business intelligence, sviluppo di prodotto per produttori e per private label, indagini di mercato omnibus su consumatori in Italia e all’estero, osservatori di settore, supporto all’adeguamento organizzativo per un orientamento al mercato bio, con contorni che comprendono gruppi d'acquisto per energia verde e iniziative promozionali nazionali e customizzate...

La partecipazione all'incontro è libera.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome