Sansa di olive per coltivare funghi


Il brevetto di una società nata nell’ambito dell’Università di Granada

Un nuovo possibile uso per i residui di lavorazione dell’olio d'oliva è stato recentemente brevettato da MISUR - spin off, vale a dire una società nata nell’ambito dell’Università di Granada (Spagna)- che a partire dalla sansa ha sviluppato un substrato per la coltivazione dei funghi che è stato chiamato alperujo.

I vantaggi del nuovo substrato secondo chi l’ha brevettato sono numerosi, fra questi i buoni livelli di produttività dovuti all’alta presenza di azoto che fornisce nutrienti ai funghi, così come la presenza di polifenoli che agiscono come fungicida naturale che fornisce resistenza contro le infezioni fungine.

La società Misur è specializzata nel riutilizzo di scarti e rifiuti provenienti da attività agricole. Per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome