La nuova presidenza Ue punta alla riforma entro giugno


Ad annunciarlo, il ministro dell'agricoltura olandese, Martijn van Dam

La nuova presidenza di turno dell'Ue, guidata dall'Olanda, cercherà di incassare un accordo politico sulla proposta di riforma delle regole Ue sull'agricoltura biologica nei negoziati fra Consiglio, Europarlamento e Commissione europea, entro il prossimo giugno.
Ad annunciarlo – riferisce una nota dell’agenzia ANSA - il ministro dell'agricoltura, olandese, Martijn van Dam, nel corso di un'audizione all'Europarlamento. "Continuerò il 'trilogo' sul biologico e cercheremo di raggiungere un accordo politico entro la fine della nostra presidenza" ha detto van Dam, che si è detto "ottimista sul fatto di arrivare ad un'intesa entro la fine del semestre". Le nuove regole hanno l'obiettivo di elevare gli standard Ue e di armonizzare la situazione fra i diversi Stati membri.
L'Europarlamento in particolare punta su controlli annuali mirati lungo l'intera filiera per evitare frodi, ma boccia valori limite per la presenza di pesticidi. Un punto quest'ultimo rilevante per l'Italia, leader in Europa nel settore e che una soglia limite la prevede.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome