La viticoltura bio è più che triplicata negli ultimi tre anni


Con una produzione di circa 500 milioni di litri e un quarto della superficie agricola utilizzata (SAU) a vite bio, l’Italia si conferma tra i leader mondiali nella produzione di vino biologico. Sicilia, Puglia e Toscana le Regioni dove se ne produce in quantità maggiore. Per conoscere più da vicino questa realtà FederBio e Veronafiere danno appuntamento, dal 7 al 10 aprile a Vinitalybio nell’Organic Hall al Padiglione F dedicato al vino biologico

Continua la grande crescita del vino biologico. Negli ultimi sei anni – informa un comunicato stampa - la viticoltura bio italiana è più che triplicata, con una superficie pari al 12% dei terreni totali occupati da vigneto e un’incidenza ancora più elevata nel centro-sud. In Sicilia, per esempio, 1 ettaro su 4 è coltivato con metodo biologico. l’Italia conferma il suo ruolo di protagonista del settore: nel 2017 le vendite nella grande distribuzione, il canale che più di recente ha introdotto il vino biologico, hanno raggiunto 22 milioni di euro con un incremento del +41% rispetto al 2016.

L’edizione di quest’anno di Vinitaly, dal 7 al 10 aprile 2019, sarà particolarmente “green”. Per conoscere le nuove tendenze e l’andamento di questo comparto in costante evoluzione, FederBio e Veronafiere danno appuntamento a Vinitalybio nell’Organic Hall al Padiglione F dedicato al vino biologico. In quest’area i 75 espositori presenti potranno raccontare il percorso delle proprie produzioni bio al pubblico interessato.

Lunedì 8 aprile, alle ore 15.30, la Sala Rossini ospiterà “La Rivoluzione green nel bicchiere”, un incontro promosso da Coldiretti e FederBio che sarà anche l’occasione per la firma dell’accordo di collaborazione tra le due organizzazioni per la tutela e lo sviluppo dell’agricoltura e dei prodotti biologici italiani.

Durante la rassegna, sono previste degustazioni guidate e momenti di approfondimento per la conoscenza dei vini biologici e biodinamici con incontri b2b dedicati a buyer esteri grazie al supporto di BIOLS.EU, un progetto co-finanziato dall’Unione Europea che ha l’obiettivo di consolidare il settore agroalimentare biologico europeo in Italia, Germania e Francia.

Nell’area BIOLS.EU è presente l’Enoteca Bio, attiva per tutti i giorni della manifestazione per degustare una selezione delle migliori produzioni bio di aziende presenti a Vinitaly.

Di grande interesse e attualità tecnica il seminario dal titolo “Rame: non è sempre Verde. Alternative possibili per la viticoltura biologica” che si terrà martedì 9 aprile, dalle ore 11 alle 13, nella Sala Puccini a Centro Congressi Arena.

L’incontro approfondisce un tema di grande attualità: l’utilizzo del rame come prodotto fitosanitario secondo la normativa EU, con la sfida di ridurne al minimo l’utilizzo. Il convegno intende fare il punto sull’argomento e aprire una discussione coinvolgendo le istituzioni, il mondo della ricerca applicata e alcuni produttori che illustreranno le loro tecniche biologico di gestione del vigneto.


La viticoltura bio è più che triplicata negli ultimi tre anni - Ultima modifica: 2019-04-05T10:11:41+00:00 da Franco Travaglini
La viticoltura bio è più che triplicata negli ultimi tre anni - Ultima modifica: 2019-04-05T10:11:41+00:00 da Franco Travaglini

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome